” Ecg ” chiede parcheggi sicuri per i camionisti

BRUXELLES - Parlando nei giorni scorsi durante il convegno annuale seguito da un incontro conviviale organizzato dall’ ” Ecg ” al Parlamento Europeo, quattro autisti si sono confrontati con circa 150 presenti composti da legislatori europei, fornitori di servizi logistici, produttori di automobili e altri settori interessati per condividere esperienze e prospettive della vita quotidiana sulle strade della Ue.

Sono emersi tre temi centrali: l’urgente necessità di un parcheggio sicuro e protetto, i tempi di riposo degli autisti e la necessità di migliorare le loro condizioni per incoraggiare un maggior numero di giovani alla professione.
Gli Stati membri europei devono garantire un numero adeguato di posti di parcheggio sicuri per gli autisti.
Solo alla Germania, mancano circa 14.000 posti auto per camion e sono urgentemente richiesti parcheggi organizzati.
Ricordiamo che la Germania è il più grande paese di trasporto nella Ue e il 43% dei camion sulle strade tedesche proviene giornalmente da altri paesi europei.
L’attuale legislazione sui tempi di riposo dei conducenti, si legge in una nota della ”Ecg” (Association of European Vehicles Logistics) non ha senso senza parcheggi sufficienti e sopra tutto sicuri per consentire ai conducenti di sostare e riposare sui propri camion.
Il settore dei trasporti in Europa offre 10 milioni di posti di lavoro e rappresenta il cinque per cento del Pil. Oltre 100mila europei sono impiegati direttamente dall’industria della logistica dei veicoli e altri 253.000 sono impiegati indirettamente nel settore.
Rivolgendosi ad un pubblico interessato che comprendeva cinque colleghi del Parlamento europeo insieme a rappresentanti della Commissione e del Consiglio, l’eurodeputato Wim van de Camp (Ppe, NL), ha parlato della reale necessità di affrontare la carenza di autisti migliorando le loro condizioni e rendendo la carriera più accattivante per i giovani. In Germania, sarebbero necessari 45mila autisti ed attualmente l’età media è di 47 anni per un conducente. Nel Regno Unito, l’età media è ancora più elevata, 55 anni e la carenza di autisti si aggira da 45 a 52 mila unità.
Ocelyn Fajardo, vice capo del gabinetto del Commissario Bulc, Commissione europea, ha riconosciuto la mancanza di parcheggi sicuri in Europa e ha invitato gli Stati membri a fornire ambienti adeguati e consistenti investimenti in strutture. I parcheggi non devono essere solo sicuri, ha detto, ma devono includere servizi igienici ed una serie di altri servizi.
La ”Ecg” è da sempre impegnata a ricercare il benessere dei guidatori ma ritiene che la sicurezza stradale è di fondamentale importanza. Il presidente dell’Ecg, Wolfgang Göbel, ha sottolineato che mentre il settore è multimodale, il 70% dei membri dell’Ecg fornisce servizi di trasporto stradale e il pacchetto sulla mobilità è importante per il lavoro quotidiano.
”L’industria europea del trasporto su strada, ha affermato, è molto carente di autisti. I membri dell’Ecg sono pronti a investire su una serie di progetti: accordi per condividere parcheggi sicuri tra i membri e soluzioni in hotel per i conducenti. Tuttavia, il cambiamento non lo si può solo ottenere con l’intervento dei privati, ma essenziale deve essere il sostegno e la collabrazione della Ue e degli Stati membri».
Condividi questo articolo

Pubblicità