Strisce blu, il momento di ascoltare

L’incubo strisce blu, beh forse l’incubo è esagerato meglio dire il pensiero ricorrente che occupa la mente di molti cittadini che abitano nella zona ovest della città quella più vicina al mare. L’amministrazione comunale continua a portare avanti il proprio progetto che prevede la realizzazione di centinaia di parcheggi a pagamento sul viale Italia, nel quartiere di borgo cappuccini e nella zona che va dai bagni Pancaldi fino a Piazza Roma.

Una bella porzione di territorio nella quale abitudini e organizzazione del traffico e della sosta subiranno gioco forza una bella rivoluzione. Per niente tranquilli i residenti che avranno si la possibilità di parcheggiare gratuitamente ma dovranno spendere per avere la tessera e viste le misure degli stalli blu indicate dalla normativa si troveranno alla fine a fare i conti con riduzione del 20 per cento dei posti disponibili, molto preoccupati gli esercenti di tutte quelle attività commerciali, turistiche e sociali che insistono sulla zona.

Per loro il rischio concreto è che gli utenti visto il costo aggiuntivo del parcheggio decidano di andare altrove e il danno economico e di conseguenza occupazionale potrebbe essere rilevante. E’ per questo che l’amministrazione comunale oltre a puntare a concretizzare le proprie scelte dovrà giustamente ascoltare e cercare di risolvere tante questioni che rischiano di penalizzare una zona e delle realtà già alle prese con la non facile congiuntura economica

Condividi questo articolo

Pubblicità