Violenze sulle donne il monito di Rossi

FIRENZE - "Noi siamo dalla parte delle donne che hanno il coraggio di denunciare le violenze subite". E' con questa dichiarazione di intenti che il presidente della Toscana, Enrico Rossi, ha presentato ai giornalisti il pacchetto di provvedimenti adottati dalla Regione per aiutare le donne che hanno subito violenze a trovare un lavoro e a sistemarsi in abitazioni diverse da quella utilizzata prima di una violenza, che sempre più spesso si consuma tra le mura di casa.  

"Dal 2012 ad oggi – ha precisato il presidente - sono state 17.000 quelle che si sono rivolte ai centri antiviolenza. Il loro numero è purtroppo cresciuto fino a raggiungere lo scorso anno l'impressionante cifra di 11 aggressioni al giorno. E' per questo che abbiamo costruito un sistema che protegge le donne che trovano il coraggio di denunciare. Quindi gli uomini che hanno le mani lunghe, in Toscana rischiano di più, richiamo più facilmente la galera. E l'avvertimento che lancio è che quindi le mani se le tengano in tasca. L'invito che invece rivolgo alle donne è di venire nei nostri centri a denunciare ciò che hanno dovuto subire".

Enrico Rossi ha ringraziato le assessore della sua Giunta, Stefania Saccardi, Cristina Grieco e Monica Barni, presenti all'incontro con i giornalisti, perché ciascuna per le proprie competenze hanno contribuito alla realizzazione della rete regionale di protezione.

Condividi questo articolo

Pubblicità