protesta dei cittadini in Via Coteto

LIVORNO - protesta spontanea da parte dei residenti di Via Coteto e Via Salvo d'Acquisto all'indomani della applicazione della nuova viabilità in zona.

Protesta che nasce dal fatto che  le auto provenienti dall'asse viario della Aurelia, immettendosi per recarsi in centro, passando da Via della Cassa di Risparmio sono costrette a zigzagare deviando su Via Salvo d'Acquisto per tornare su Via di Coteto e raggiungere Via Calzabigi.

protesta residenti Via coteto a livorno

protesta residenti Via Coteto a Livorno

Quello che ha suscitato la rabbia dei residenti che si sono organizzati per segnalare con questa protesta il loro disagio è basata sul fatto che il percorso è tortuoso e obbliga a transitare su un reticolo di strade strette e prive in gran parte di marciapiede.

Si tratta di strade nelle quali sin'ora hanno sempre stazionato solo i diretti interessati, liberi di posteggiare dove possibile, a parte coloro che possiedono propri garage da poter impiegare.

Con il nuovo ruolo impresso dalla amministrazione comunale diviene ora problematico il transito perchè la ristrettezza impone code e il transito di furgoni, mezzi pesanti e mezzi adibiti alla raccolta dei rifiuti creano code e allungano i tempi.

Non solo, il senso più sentito della protesta si fonda sul rischio cui possono andare incontro i residenti nel camminare lungo queste strade.

Mancando i marciapiedi e intensificandsi il transito veicolare salgono le percentuali di rischio per chi è fuori con il cane, è in bicicletta, con il passeggino o la carrozzina e anche per chi, uscendo dal proprio garage si deve immettere in carreggiata.

Alcuni dei presenti hanno subodorato che con questo mutamento di portanza del traffico veicolare diverrà conseguente normare la sosta delle automobili, cioè togliere posti, obbligando chi privo di garage o area parcheggio condominiale ad andare altrove.

Nei nostri notiziari abbiamo raccolto la voce dei residenti della zona che hanno espresso  contrarietà al fatto che simili decisioni sono state prese senza un confronto o la possibilità di proporre alternative.

Condividi questo articolo

Pubblicità