Carabinieri di Livorno: due arresti in poche ore

LIVORNO - Sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Livorno a distanza di poche ore l’una dall’altro, due malviventi ricercati da alcuni mesi. La prima, una ventisettenne livornese, destinataria di un Ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale di Firenze perché condannata per rapina, avvenuta il 16 novembre del 2015. In quell’occasione, la donna, in compagnia di un tunisino, aveva sottratto il portafoglio ed il cellulare dalle tasche di un uomo nei pressi dell’ospedale di Livorno, mentre il compagno afferrava le mani dell’uomo e provava quasi a strozzarlo, impedendogli qualsiasi reazione. Dopo essere stata individuata, la giovane è stata portata al carcere di Pisa, dove il ventiquattrenne tunisino sta già scontando la pena.

L’altro malvivente, un cittadino tunisino di 34 anni, è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, per essersi introdotto lo scorso 21 febbraio in casa di un’anziana livornese, di cui in passato era stato badante, cacciandola dall’abitazione con calci e pugni. Già in diverse occasioni l’uomo le aveva sottratto soldi contanti e per questo, la donna lo aveva allontanato da casa. Denunciato alla Procura, in stato di irreperibilità immediatamente dopo il fatto, il tunisino è stato rintracciato ieri nel centro cittadino e portato presso la Casa Circondariale di Livorno.

Condividi questo articolo

Pubblicità