Dday al Molo Novo domenica

LIVORNO - Dday al "Molo Novo" domenica 6 maggio. Sarà una azione di protesta ben visibile e concreta.

Con queste parole è stata decisa la contro risposta alla ordinanza emessa dalla Autorità Portuale di Sistema del Tirreno Settentrionale che ha posto il divieto di pesca e di attività subacquea.

L'ordinanza, la numero 11 per la precisione, vieta anche l'ormeggio e questo alle tre dighe cittadine del "Molo Novo", della Vegliaia e della Meloria.

Tutto ciò sommato alle aree già interdette quali quelle di limite sicurezza del quadrante "Gasiera", il Parco biomarino delle secche della Meloria e, dal 20 maggio, gli specchi d'acqua delle fasce di balneazione, hanno ridotto a sottili strisce di mare, i punti nei quali ciò che si faceva prima si può ancora fare.

Una sorta di chiusura in una riserva, come per gli indiani, ha detto qualcuno dei presenti alla conferenza stampa indetta davanti al monumento ai 4 mori.

Dday al Molo Novo pronta la protesta

Dday al Molo Novo, pronta l'azione di protesta

Tra gli intervenuti più combattivi Marco Volpi, campione del mondo di pesca sportiva.

" il porto è interdetto per oltre l’80% a chiunque voglia pescare. Pescare è una tradizione e con essa è anche un modo per relazionare. Sono d'accordo su una regolamentazione che limiti il volerci fare il bagno o il picnic o quant'altro ma un conto è regolamentare e un conto è tagliare fuori totalmente"

Insomma, l'ultima ordinanza è stata la "goccia che ha fatto traboccare il vaso".

Dai profili Facebook di alcuni pescatori sportivi sono partiti i messaggi di protesta e questi, pian piano si sono coagulati tra loro, dando vita ad un corpo consistente di più di 1500 aderenti.

A questi si è aggiunto il Consorzio Nautico e tra i presenti anche il consigliere comunale Marco Ruggeri. Tutti pronti per un vero e proprio Dday.

In che senso Dday?. A Livorno si parla di circa 6000 barche censite, Marco Volpi lancia l'appello: presentarsi domenica il più possibile ed essere pronti a prendere il largo alle 9.30, partendo dalla zona dei Piloti, per "sbarcare" al Molo Novo in segno di protesta.

Alla conferenza stampa il consigliere Ruggeri  ha ringraziato tutte le forze politiche poichè su questo tema  divenuto ordine del giorno, c'è stata approvazione unanime. Da un punto di vista istituzionale il Primo Cittadino ha il mandato pieno di tutta la città.

Nei nostri notiziari altri dettagli sulla motivazione della protesta.

Condividi questo articolo

Pubblicità