Gran Galà del Cuore a Montenero

LIVORNO - Gran Galà del cuore a Montenero, meta finale del progetto Mattone del Cuore Livorno-Gorgona-Montenero per la raccolta di fondi a favore delle fmaiglie alluvionate della città, il villaggio della carità della caritas e la continuazione della costruzione del Pronto Soccorso a Medjugorie.

Brosio, Conti e Pieraccioni

Gran Galà del Cuore a Montenero con Brosio, Conti e Pieraccioni

Giornata finale per un programma durato tre giorni.

Una terza giornata dai connotati intensi e momento clou di tutto il programma di questa Olimpiade del cuore.

Il complesso del Santuario di Montenero è stato il centro di una serie di eventi iniziati nel pomeriggio con la veglia di preghiera nella quale c'e' stata la viva partecipazione del collegamento mariano regionale toscano.

Claudia Kohl e Padre Damioli

Claudia Kohl e Padre Damioli

Un rosario inframmezzato da momenti di relazione di esperienza di vita personali, come la testimonianza di Claudia Kohl, l'intervento di Padre Damioli, lo stesso Paolo Brosio che ha recitato il Santo Rosario prima dell'ufficio della Messa operato dal Vescovo della città, Monsignor Simone Giusti.

Messa terminata con la consacrazione della città e della Toscana al Cuore Immacolato di Maria e la benedizione dei presenti.

ragazzi scuola alberghieri di arina di Massa

I ragazzi della Scuola Alberghieri di Marina di Massa

Successivamente ha avuto luogo il Gran Galà del Cuore che ha preceduto la Notte del Cuore, momenti fondamentali per la raccolta dei fondi necessari a dar vita, proseguire o terminare quanto sopra abbiamo già detto.

Chef stellati quali Gronchi, Zazzeri, Mantovani e Mancini coadiuvati dai ragazzi della Scuola Alberghiera di marina di Massa hanno servito sul sagrato del Santuario una cena consona al Gran Galà predisposto e nel quale Paolo Brosio ha ringraziato la grande partecipazione e il sostegno ricevuto per questa olimpiade del cuore.

Gran Gala del Cuore e Paolo Brosio

Gran Gala del Cuore a Montenero, Paolo Brosio racconta il progetto

Più di 300 persone e altrettante a seguire la serata di chiusura che ha visto salire sul palco allestito per l'occasione diversi cantanti ed artisti e, naturalmente i più attesi, Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni.

Serata che è volata via rompendo gli schemi di ogni orario prefissato e della quale Brosio è stato molto soddisfatto.

Nei nostri notiziari il resoconto della giornata e naturalmente il rinvio allo speciale dedicato a queste giornate.

Condividi questo articolo

Pubblicità