L’Europa al centro della crisi: il confronto su Telegranducato

Il tema dell'Europa entra con forza nel mezzo della crisi politica che ormai è diventata anche una crisi istituzionale.

E noi abbiamo deciso di commentarne gli ultimi sviluppi proprio in una chiave 'europea' e per questo ospitiamo Roberto Castaldi, docente universitario e direttore di CeSUE (Centro Studi sull'Unione Europea), la ricercatrice Federica Martiny (CeSUE) e il direttore del giornale "Il Tirreno" Luigi Vicinanza. Il programma (in onda per la prima volta lunedì 28 maggio alle 21.30) è in replica anche martedì 20 a partire dalle 13.25.

studio EUnews speciale

in studio, con Antonello Riccelli, da sinistra Roberto Castaldi, Luigi Vicinanza, Federica Martiny

Con i nostri interlocutori analizziamo l'evoluzione della crisi, fin dal 4 marzo (data delle elezioni), proviamo ad intravederne gli sbocchi, ma soprattutto riflettiamo sull'Europa, sull'euro, sulle politiche comunitarie per l'immigrazione, per il lavoro, per l'economia.

Da queste ore è ormai chiaro che anche in Italia (come già accade in altri paesi) esistono due schieramenti contrapposti. Da una parte ci sono i sostenitori delle politiche attuali, dall'altra coloro che addirittura parlano già di Ital-exit, di possibilità insomma che l'Italia lasci la moneta unica e addirittura l'Unione.

In mezzo ci sono le posizioni di chi, da diversi punti di vista,  osserva comunque che l'Europa di oggi (riferimento imprescindibile) non stia dando tuttavia risposte adeguate sulle grandi questioni (economiche, sociali e di sicurezza) che invece andrebbero affrontate con piglio diverso.

Cottarelli e Mattarella

il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con Carlo Cottarelli, incaricato di formare il governo

Il confronto tv si svolge alla vigilia dell'ultima puntata del primo ciclo di EUnews, programma ideato e realizzato da Telegranducato e da CeSUE, e che affronta i più grandi temi europei (martedì 29 maggio alle 21.10).

Nelle venticinque puntate trasmesse abbiamo dato spazio a decine di ricercatori, esperti, studiosi di Europa, abbiamo coinvolto centinaia di studenti, abbiamo parlato delle sfide future per le istituzioni europee e dei problemi gravi che stanno vivendo oggi. Vi abbiamo portato anche nel cuore delle istituzioni comunitarie, a Bruxelles, a Strasburgo, nelle principali capitali.

Lo stesso CeSUE da tempo sta sperimentando nuove forme di comunicazione, moderne, innovative, anche attraverso altri progetti.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità