La scuola è peggiorata, lo dice Demopolis

Il mondo della scuola e quindi l’educazione dei giovani e la cultura sono l’unica arma contro la degenerazione della società attuale tra caos social, cattiveria e ignoranza, ecco perché alla fine di un intenso anno scolastico per milioni di giovani alla vigilia dell’inizio degli esami per migliaia di maturandi serve capire qualè il quadro generale sul settore che in questi mesi più che in passato è stato al centro dell’attenzione tra incredibili atti di bullismo tra studenti e tra studenti e genitori e mille problematiche strutturali.

In toscana la situazione sembra migliore rispetto al resto d’Italia e l’assessore Grieco lo ha ricordato anche poche ore fa in provincia di Siena spiegando che “la scelta di investire nei servizi educativi e nella scuola è una scelta che guarda al futuro”. da contraltare Arriva sondaggio online condotto in Toscana dall’Istituto Demopolis, in collaborazione con “Il Tirreno” che indica un peggioramento della scuola. Ma che cosa è cambiato in peggio nella scuola? Il 68% indica la condotta, il mancato rispetto delle regole da parte degli studenti. 6 intervistati su 10 chiamano in causa il rapporto, in crisi, tra docenti e genitori. Il 53% dei cittadini intervistati da Demopolis sostiene che si sia ridotta l’autorevolezza degli insegnanti, che sembrano avere oggi una minore centralità nel sistema educativo. A pesare negativamente sul sistema formativo, per la maggioranza assoluta dei toscani, è stata anche la progressiva riduzione delle risorse economiche.

Condividi questo articolo su

Pubblicità