Stalli Blu a Livorno, chi paga, chi no

LIVORNO - Stalli Blu a pagamento da oggi lungo il Viale Italia.

Stalli Blu, posti vuoti

Sono entrati in funzione i parchimetri per i 504 posti disegnati nella zona lungomare.

Anche il parcheggio di Via Meyer che durante la fase di installazione degli stalli era stato reso gratuito, è tornato a pagamento.

Ci sono le eccezioni quali i residenti, per i quali, grazie al contrassegno, non pagano alcun biglietto. La sosta gratuita, con varie modalità, è prevista anche per i veicoli al servizio delle persone disabili muniti della specifica autorizzazione; i soggetti nella cosiddetta Lista Bianca e i titolari di abilitazioni ZTL/Zsc per specifiche categorie, in base a quanto specificatamente previsto dal Disciplinare per ciascuna categoria.

Negli spazi riservati alle operazioni di carico e scarico, la sosta è consentita per un massimo di 15 minuti, dalle ore 7 alle ore 21, con esposizione del disco orario.

Nel complesso il quadrante nel quale il pagamento al parchimetro è entrato in funzione comprende, oltre al Viale Italia fino a Via Nazario Sauro, Piazza G.E. Modigliani, Via Malta, Via Corsica, Via Corti, Piazza S.Jacopo in Acquaviva e Via S.Jacopo in Acquaviva e presto anche la zona di Via Forte dei Cavalleggeri.

In linea di massima il costo è di 1 Euro l'ora e così via fino ad un massimo di 5 ore oltre le quali scatta la gratuità.

A partire dal 1° Novembre le tariffe saranno dimezzate.

Al di là delle plemiche e non poche sorte tra la linea programmatica della Giunta Comunale, i Commercianti, I Titolari degli Stabilimenti Balneari e la cittadinanza che in modo spontaneo ha formato gruppi e comitati, per la prima volta il lungomare della città è apparso in modo diverso rispetto a certe consuetudini.

Stalli blu2

In piena estate, all'ora di punta della mattinata non si è mai registrato un "buco" fortunato dove poter posteggiar eil proprio mezzo.

In questa prima giornata infatti, trovare un posto non è stato un problema.

Nel sondaggio da noi fatto a coloro che si fermavano per andare al mare, abbiamo incontrato pistoiesi, fiorentini, lombardi come anche inglesi e brasiliani.

Un caso forse, come anche la memoria di un riferimento fatto dal Comune proponente che indicava la politica degli stalli anche come un modo per permettere al turista di avere una chance nel trovare un posto dove parcheggiare il proprio mezzo.

Per chi conosce invece il reticolo stradale perchè autoctono, ci sono ancora delle carte da giocare.

Condividi questo articolo

Pubblicità