Corte dei Conti, rendiconto 2018

FIRENZE - Corte dei Conti, rendiconto 2018. "L'esercizio 2017 si chiude per la
Regione Toscana con un risultato finanziario negativo per un
importo pari a -679,98 milioni, in peggioramento rispetto al
2016 (-167,08 milioni) e in linea rispetto a quello del 2015".
Lo afferma la Corte dei Conti, nel giudizio di parificazione del
rendiconto generale 2017, approvato. Il risultato negativo
è temperato dal miglioramento del disavanzo sostanziale di 261
milioni rispetto all'anno precedente.
Quest'ultimo dato, che "considera anche la somme vincolate e
accantonate per far fronte a crediti di dubbia esigibilità e a
rischi potenziali", "rimane tuttavia ancora elevato attestandosi
a -2.763,26 milioni". Il debito, precisa la Corte, "è frutto
della pesante eredità degli esercizi trascorsi, riconducibile a
impegni assunti per investimenti nel settore sanitario", il cui
assorbimento richiederà ancora diversi anni. L'indebitamento
regionale, pari a 1.948,22 milioni, "molto consistente" e in
leggera crescita, pur rimanendo nei limiti previsti, ha generato
nel 2017 un costo a carico del bilancio regionale di oltre 169
milioni.
Stabile la spesa sanitaria corrente (+0,67%). Cresce invece
il disavanzo sanitario, pari nel 2017 a oltre 122 milioni, di
cui circa 60 destinati a coprire il disavanzo 2017 e la quota
restante quello pregresso, dovuto in parte "al contenzioso in
atto con le case farmaceutiche in materia di rimborsi".

Corte dei Conti, rendiconto 2018

Firenze, la Corte dei Conti

Condividi questo articolo

Pubblicità