Passeggiata astronomica sulle Mura

 

Pisa - Grande folla a Pisa per l’osservazione dell’eclissi di Luna più lunga del secolo. E’ riuscitissima, infatti, l’iniziativa “la Luna e le Mura”, la passeggiata astronomica sulle Mura antiche organizzata dal sistema museale d’ateneo, dai dipartimenti di Fisica e Matematica in collaborazione con COOP Culture, Cooperativa Itinera e Promocultura, Ludoteca Scientifica, La Nuova Limonaia e Aisf, l’associazione cascinese astrofili.

 

Lungo il percorso delle Mura, dalla Porta di Santa Maria alla Torre Marzotto sono stati messi a disposizione alcuni telescopi, per godere non solo della vista della Luna “Rossa” ma anche dell’altro fenomeno astronomico che si è verificato contemporaneamente nel cielo sopra Pisa. «In questa stessa sera – ha spiegato il professor Massimiliano Razzano del dipartimento di Fisica nell’incontro di presentazione dell’iniziativa sotto la torre piezometrica – si possono vedere Marte, Giove e Saturno e Marte si trova in opposizione, cioè dall’altro lato rispetto al sole nel punto più alto del cielo, in una condizione di osservabilità privilegiata».

«La serata ha avuto inizio intorno alle 21. I partecipanti hanno dovuto prenotare in anticipo ma subito i posti a disposizione sono andati esauriti.

 

L’eclissi di questo venerdì sera aveva una particolarità. La Luna, infatti, non sarebbe stata completamente oscurata e quindi non sarebbe scomparsa completamente dal cielo, ma sarebbe apparsa di un intenso rosso scuro: anche se si veniva a trovare nell’ombra del nostro pianeta, sarebbe stata comunque illuminata dai raggi solari rifratti dalla nostra atmosfera. La parte rossa della luce che arriva dal Sole viene infatti rifratta dall’atmosfera, finendo poi proiettata sulla Luna.

 

 

 

 

 

In astronomia con la parola “eclissi” si definisce l’occultamento di un corpo celeste, totale o parziale, dovuto a un altro corpo celeste. Nel caso dell’eclissi lunare, il corpo celeste a occultare la Luna è la Terra. Semplificando: la Luna attraversa il cono d’ombra prodotto dalla Terra, quando si trova tra il nostro satellite naturale e il Sole, dal quale proviene la luce che di solito illumina la Luna. Il fenomeno dell’eclissi si verifica solamente quando la Luna è in opposizione rispetto al Sole (plenilunio, la “Luna piena”).

 

 

 

Le eclissi lunari sono un fenomeno piuttosto frequente: se ne registrano in media tre ogni due anni, ma non mancano i periodi in cui ne avvengono tre in un solo anno, considerando sia quelle parziali sia quelle totali. Questo Venerdì sera, però, l’improvviso entusiasmo per la Luna aveva una motivazione in più e i soggetti promotori dell’iniziativa sono riusciti a diffonderlo ulteriormente. Negli ultimi anni le eclissi visibili dall’Italia sono state poco frequenti e inoltre, lo ripetiamo, quella delle scorse ore è stata la più lunga di tutto il Ventunesimo secolo.

Condividi questo articolo

Pubblicità