Tanti interventi della Capitaneria per ferragosto

LIVORNO - Tanti interventi della Capitaneria di Porto di Livorno nella giornata di ferragosto per il controllo e la tutela della costa e dell’ambiente marino. Fortunatamente non ci sono state situazioni di particolare gravità, fanno sapere dall’ufficio preposto alle comunicazioni, ma il lavoro è stato intenso. Nel corso della giornata una barca è stata sanzionata perché individuata nella zona protetta delle Secche della Meloria. La sanzione, una denuncia penale, è scattata per violazione all’art.19 della norma quadro 394 del 91 che disciplina la regolamentazione delle aree protette.
Nelle acque antistanti Cecina gli uomini della capitaneria sono intervenuti con il gommone per soccorrere due minorenni di nazionalità olandese che si erano allontanati dalla costa con il sup, una specie di tavola che si guida con un remo e che al momento è particolarmente in voga, ma che non riuscivano più a tornare a riva probabilmente a causa del vento e della corrente.
A Vada invece i bagnanti sono stati fatti arretrare dai bagnini per il verificarsi di una piccola tromba d’aria. Inoltre sempre nella zona di Vada in corrispondenza del faro è stato ritrovato un ordigno bellico. La zona è stata transennata ed oltre agli uomini della Capitaneria di porto è intervenuto anche il personale della Marina Militare.
Le attività incrementate di monitoraggio comunque proseguono, fanno sapere dalla Capitaneria di Porto di Livorno, anche in questi giorni successivi al ferragosto. E per ogni emergenza o segnalazione il numero di riferimento è sempre quello del 1530 nell’ambito dell’operazione mare sicuro che si protrarrà fino a settembre. Un servizio dedicato in onda questo giovedì 16 agosto nel TG delle 14:30.

Condividi questo articolo

Pubblicità