PISA – ConfLitorale – Turismo stazionario ma con meno giornalieri

PISA – ConfLitorale - Turismo stazionario ma con meno giornalieri. Si comincia a fare un bilancio sull'andamento della stagione estiva 2018. Le presenze negli stabilimenti balneari sono state le stesse del 2017, anche se sono diminuiti i giornalieri. Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone possono contare sulle famiglie di Pisa e di Livorno che da generazioni prenotano le cabine, ma non riescono ad attirare più turisti di altre regioni o stranieri.

Turismo

Marina di Pisa

“E’ andata bene per il tipo di turismo locale che abbiamo – afferma il Presidente di ConfLitorale Fabrizio Fontani – Questa è una forza e un limite. Una forza perché sul litorale pisano vengono le stesse famiglie da generazioni. Un limite perché non intercettiamo i turisti internazionali e neppure quelli di altre regioni. Le presenze di questa stagione estiva sono le stesse del 2017, ma ci sono stati meno giornalieri. Incidono la FiPiLi e la Pisorno bloccate dal traffico, per cui chi deve partire da Firenze, da Empoli, da Prato e dalla Valdera desiste. Ma il fine settimana arriviamo a 100 mila presenze”.

Turismo

Presidente ConfLitorale Fabrizio Fontani

I problemi sono legati anche all’inizio delle scuole a settembre, e non più a ottobre, e alla situazione del litorale pisano.
“Speriamo in una maggiore attenzione della nuova Giunta Comunale – dichiara Fontani – In particolare per quanto riguarda il numero di posti auto per i turisti, la viabilità, l’arredo urbano, gli eventi, la sistemazione di strade, piazze, marciapiedi e verde e la pulizia. A fronte delle imposte e delle tasse che paghiamo al Comune di Pisa chiediamo che una parte cospicua venga reinvestita sul litorale”.
Il servizio nel Tg delle 20.30, visibile anche in diretta sulla LIVE TV.

Turismo

Calambrone (Pisa)

Condividi questo articolo

Pubblicità