Nave Urania: iniziati i lavori di demolizione


LIVORNO - Da questa mattina sono – finalmente – in corso al bacino galleggiante Mediterraneo i lavori demolizione della nave Urania, teatro, tre anni or sono di un incidente che costò la vita all’elettricista Gabriele Perrone, in seguito al quale l’impianto rimase sotto sequestro giudiziario fino al 2017.

L’operazione, affidata alle ditta Eco acciai di Pontedera e Despe, dovrebbe concludersi nell’arco massimo previsto di una trentina di giorni per dar luogo al completamento del ripristino della piena operatività del bacino Mediterraneo e alla consequenziale rimessa in pista della gara per l’assegnazione del sistema dei bacini di carenaggio che, dopo un primo improvvido rinvio subìto nel Maggio del 2015 rimase bloccata proprio in seguito al tragico incidente, avvenuto i 25 Agosto di quell’anno.

 

Una volta ultimata la rimozione del relitto dell’Urania, dunque, l’AdSp procederà – speriamo senza ulteriori indugi – ad inviare ai concorrenti prequalificati le lettere di invito a partecipare alla gara per l’assegnazione dei bacini di carenaggio, che saranno presto trasmesse. Nella prossima trasmissione di ''Porto all'orizzonte'' il quindicinale d'informazione sulla portualità, andrà in onda un servizio, visibile in diretta anche sulla Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità