La Msc di Aponte e il feeling con Livorno

LIVORNO - Porto di Livorno 2000, contenitori, Traffico crociere e Darsena Europa.

La MSC di Gianluigi Aponte ha fatto e vorrà fare del porto di Livorno il nuovo punto di riferimento nel mediterraneo, il quadro è piuttosto chiaro, nel recente passato e nel presente si può partire dal successo nella corsa all'acquisizione della Porto di Livorno 2000 che ha visto la Msc capofila del raggruppamento che andrà a gestire la società che si occupa e ha realizzare un complesso di investimenti che dovrebbe cambiare una parte significativa del porto passeggeri, si continua con l’impegno sul fronte contenitori concretizzato con l’ingresso nel Terminal Lorenzini e con l’aumento considerevole delle toccate di navi sempre più grandi e di un numero crescente di teus.

Gianluigi Aponte

Gianluigi Aponte

 

Si arriva all'immediato futuro con l’annuncio che Il gruppo annuncia l'aumento degli scali nel porto di Livorno e il raddoppio dei passeggeri. Nel 2019 le soste delle navi da crociera targate Msc passeranno da 18 a 33 facendo aumentare il numero dei croceristi del 142%, fino a toccare quota 125 mila. Tra le protagoniste di questa crescita c'è la Msc Fantasia, la nave da oltre 4 mila passeggeri che nel 2019 modificherà il calendario dei suoi approdi che ha in previsione la partenza da Livorno ogni venerdì e rientro, dopo un tour nel Mediterraneo, sempre a Livorno il venerdì successivo.

msc

La Msc fantasia

Si conclude guardando al futuro a medio termine con il gruppo da più parti indicato come uno dei possibili operatori dello shipping mondiale in grado di giocare un ruolo nella realizzazione e nell'utilizzo della Darsena Europa, affiancando agli investimenti pubblici che attualmente si aggirano sui 75 milioni di euro una robusta iniezione di risorse private.

Condividi questo articolo

Pubblicità