Primarie PD Toscana, corre anche Fabiani

LIVORNO - Primarie per l'elezione a segretario del Partito Democratico, a meno di 40 giorni dalla data del congresso, fissato per il 14 ottobre, Valerio Fabiani cala l'asso e si mette ai blocchi di partenza.

Primarie PD Toscana: Valerio Fabiani

Componente dell'area orlandiana, si candida alle primarie con uno scopo preciso come lui stesso evidenzia a Livorno, dove è stato convocato un incontro pubblico con sostenitori, simpatizzanti e quanti interessati, alla Bottega del Caffè, essere all'insegna della discontinuità.

"Abbiamo avuto un gruppo dirigente poco libero, che ha condotto e sta conducendo il PD verso il settarismo e l'isolamento.

Il mio obiettivo "-prosegue Fabiani -"è quello di ricostruire in regione una sinistra larga, plurale, dialogante e ricettiva, riportando a casa le migliaia di voti che abbiamo perso".

Con la presentazione di Fabiani, sono tre i nomi dei candidati scesi effettivamente in campo per le primarie alla segreteria.

Primarie PD: incontro Bottega del caff+

Oltre a lui, nei giorni scorsi hanno annunciato la loro candidatura l'ex parlamentare Federico Gelli e l'Europarlamentare Simona Bonafè che l'ha ufficializzata nelle ultime ore.

Saranno solo loro tre?

Lunedi 10 settembre sarà l'ultimo giorno per la presentazione delle candidature, potrebbe comparire un quarto asso pronto a mettersi in gioco, vedremo.

Rispetto alle istanze di chi chiede una riflessione per arrivare ad una candidatura unitaria, Fabiani replica di essere disposto a dialogare con tutti, senza chiudere porte ad un dibattito vero sui temi e su una nuova agenda da dare al partito anche se fino ad oggi, ha fatto notare, sono state scelte strade che sono passate per i caminetti dei salotti e dell'unilateralità, quindi appar eun poò tardivo appellarsi all'unità dell'ultima ora.

Fabiani si è poi intrattenuto con i presenti, ringraziando coloro che si sono già spesi per sostenerlo fino in fondo.

Nei nostri notiziari delle 20.30 e a seguire come anche in diretta su Live Tv l'intervista a Valerio Fabiani e le sue riflessioni personali.

Condividi questo articolo

Pubblicità