Sinergia, non ‘campanili’. Alleanza per il turismo.

SAN VINCENZO - Hanno scelto la Torre sul lungomare per sancira una viruosa alleanza che supera i 'campanili' e apre una nuova fase per il turismo nella Costa degli Etruschi. I sindaci di quindici comuni si sono ritrovati qui e hanno firmato un'intesa con Toscana Promozione Turistica.

Certo, le cose vanno bene già adesso, e con oltre cinque milioni di presenze questo è il secondo comprensorio della Toscana (dietro solo a Firenze). Però si può fare sempre meglio, e poi è vero che il nuovo Testo Unico sul Turismo della Regione Toscana istituisce questi ambiti territoriali. Una cosa molto diversa dalle vecchie Apt, dice al nostro telegiornale Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica. Qui in effetti si tratta di un ambito interprovinciale e poi gli strumenti del marketing sono molto diversi dal passato.

Vediamoli i comuni: Bibbona, Campiglia Marittima, Casale Marittimo, Guardistallo, Castagneto Carducci, Castellina Marittima, Cecina, Montescudaio, Piombino, Riparbella, Rosignano Marittimo, San Vincenzo, Santa Luce, Sassetta e Suvereto. In pratica, si tratta della Bassa Val di Cecina e della Val di Cornia, e questi comuni appartengono alle province di Livorno e di Pisa.

superati i campanili, nasce ambito turistico Costa degli Etruschi

i sindaci dopo la firma dell'accordo con Toscana Promozione Turistica

"La logica della legge regionale è stata quella di superare i vecchi schemi - ci dice Gianni Anselmi, il presidente della Commissione regionale per lo sviluppo economico e le attività produttive - e certo comuni vicini hanno interessi convergenti anche se appartengono a province diverse". Altro che campanili, insomma!

Una particolarità dell'ambito turistico  "Costa degli Etruschi" è che l'offerta, che ora sarà gestita in forma unitaria per quanto riguarda sia l'informazione che l'accoglienza, è ad ampio raggio. C'è il mare, certamente, ma viene valorizzato anche l'interno. Ci sono le terme, c'è la campagna, ci sono le vestigia etrusche di grande importanza.

Subito pronto un primo bando che garantira un sostegno per partire in forma associata. Si tratta di 85mila euro.

Capofila dell'ambito "Costa degli Etruschi" è il Comune di San Vincenzo. Un servizio neil nostro tg della sera del 2 ottobre.

Condividi questo articolo

Pubblicità