Cinque milioni della Regione dopo il maltempo. Ok anche al Codice del Commercio

FIRENZE – Tutti d’accordo nella seduta del Consiglio regionale di oggi 7 novembre: la Regione Toscana potrà stanziare cinque milioni di euro per rimediare (in parte) ai danni del maltempo dei giorni scorsi. Saranno concentrati soprattutto sulla costa meridionale e sulle isole, l’obiettivo – ha spiegato Rossi ai giornalisti – è quello di consentire il ripascimento di vasti tratti di spiaggia erosi dalle violentissime mareggiate.

Cinque milioni dalla Regione Toscana per il maltempo

Cinque milioni dalla Regione Toscana per gli interventi dopo  il maltempo (foto: Toscana Notizi9

I consiglieri di tutti i gruppi, alla fine del dibattito in Consiglio regionale, hanno dunque votato a favore dell’intervento economico, sperando nello stesso tempo che dal governo si riconosca lo stato di emergenza nazionale chiesto formalmente dallo stesso Rossi (questo consentirebbe di disporre di ulteriori risorse e di poter utilizzare pienamente questi cinque milioni).
Ma a proposito delle decisioni del governo è esplosa una violenta polemica politica tra Pd e Lega dopo la decisione di non riconoscere l’emergenza nazionale per i Monti Pisani devastati dall’incendio di settembre. Rossi lo ha detto durante il suo intervento in aula, Antonio Mazzeo (Pd) ha accusato il governo di aver negato quello che aveva promesso, Jacopo Alberti (Lega) ha detto che saranno messi in atto tutti gli strumenti per garantire gli interventi che servono nei comuni di Calci e Vicopisano. Le loro interviste sono all'interno del tg di Telegranducato del 7 novembre.

Commercio

Approvato anche il nuovo Codice del Commercio: nuovi limiti alle sagre

Un’altra decisione importante del Consiglio regionale è stata l’approvazione (senza voti contrari, con 26 sì e 10 astensioni) del nuovo Codice del Commercio, di cui avevamo ampiamente parlato già martedì sera nel nostro collegamento con l'assessore Stefano Ciuoffo. Visibilmente soddisfatto il presidente della Commissione Gianni Anselmi che, parlando a Telegranducato, evidenza gli interventi peculiari della nuova normativa. Che va ad incidere sulla grande distribuzione, sulla regolamentazione (sarà più stretta) di sagre e feste locali, sulla valorizzazione dei centri commerciali naturali.

Interviste nei nostri telegiornali del 7 e 8 novembre, mentre ce ne occuperemo a fondo, con tutti i particolari, venerdì 9 nel nostro programma settimanale Regionando, dedicato all'attività del Consiglio regionale.

Condividi questo articolo su

Pubblicità