San Giuliano, cena al buio per la disabilità visiva

PISA - San Giuliano, cena al buio per la disabilità visiva. Venerdi 9 Novembre a "Villa Poschi" a San Giuliano tavole imbandite per la prima cena al buio organizzata sul territorio. Immaginate di entrare in un locale dove non c'è luce, ma ci sono le sedie i tavoli i camerieri che prendono le ordinazioni, i piatti con le pietanze ed altri commensali a tavola con voi. Immaginate di non poter vedere o avere una visione limitata. E' la realtà nella quale vivono le persone ipovedenti, ovvero  persone la cui vista è ridotta fino a comprometterne le "normali" capacità di muoversi, lavarsi, vestirsi, preparare il caffè, darer un bacio ai propri figli,uscire di casa, prendere l'autobus, guidare. Vivere.  Vivere per una persona ipovedente è un percorso a ostacoli, quotidiano. La cena al buio organizzata da Confottici Confcommercio di Pisa in collaborazione con Unione Italia Ciechi di Pisa , l'AOUP, il Comune di Pisa e di San Giuliano e il sostegno di molti sponsor ha come obiettivo quello di empatizzare con le persone che hanno una marcata disabilità visiva e al contempo raccogliere fondi che serviranno per l'acquisto di una stampante 3D.

San Giuliano

Gli ospiti della puntata

La cena al buio è stata presentata nel corso della puntata di "Fare Impresa con successo" il nostro quindicinale realizzato in collaborazione con la Confcommercio di Pisa . In studio Mattia Bellagamba ( Presidente di Confottici Confcommercio di Pisa) Davide Ricotta ( Presidente Unione Italiana Ciechi e ipovedenti di Pisa e la dottoressa Ragone della Clinica Oculistica Universitaria di Pisa. Il servizio andrà in onda nel nostro TG runner visibile anche in diretta sulla Live Tv.

Condividi questo articolo su

Pubblicità