Il giuramento degli allievi dell’Accademia Navale

Gli allievi dell'Accademia Navale di Livorno hanno giurato solennemente fedeltà alla Repubblica. Hanno promesso di impegnarsi con coraggio, rettitudine, responsabilità, come ha chiesto il loro comandante Pierpaolo Ribuffo.

Accademia Navale, piazzale del Brigantino

Il piazzale del Brigantino all'Accademia Navale

Nei telegiornali di oggi, 1 dicembre, ci sono due ampi servizi con le prime dichiarazioni del Sottosegretario alla Difesa Raffaele Volpi, del Capo di Stato Maggiore della Marina Valter Girardelli e di quello della Difesa Enzo Vecciarelli.

giuramento all'Accademia Navale di Livorno

Il momento del giuramento

I numeri del giuramento e le dichiarazioni

Gli allievi erano 198: 115 appartengono alla 1^ Classe del Corso Normale, 78 sono del 18° del Corso a ‘ferma prefissata’ e 5 del 18° Corso Piloti di complemento.
Il Capo di Stato Maggiore della Marina, incoraggiandoli nel loro lavoro “per la pace e la sicurezza”, ha anche annunciato che è in corso un rinnovamento della flotta. “Queste operazioni si programmano molti anni prima – ha detto poi nell’intervista televisiva – e certamente tutte queste novità richiedono una preparazione ancora maggiore, più qualificata”.
L’importanza e la centralità della formazione sono state sottolineate anche dal generale Vecciarelli (Capo di Stato Maggiore della Difesa).

Accademia Navale

Le tribune dell'Accademia Navale

Il Sottosegretario Volpi, invece, ha prima ammesso di essersi commosso in questa cerimonia (“è la prima volta che la vedo”, ha detto), poi ha risposto ad alcune domande dei giornalisti. Intanto ha ribadito l’impegno massimo del governo per le Forze Armate, ha escluso che con La Marina vi sia stata qualsiasi tensione sulla gestione dei migranti nel Mediterraneo, ha detto di ritenere una proposta interessante (“ma per ora solo una proposta”) quella della leva obbligatoria, ha confermato la convinta collocazione dell’Italia nel Patto Atlantico.

Al termine della cerimonia del giuramento, il tricolore e gli allievi hanno attraversato Viale Italia accompagnati dalle note della fanfara dell'Accademia Navale, a testimonianza del rapporto di stretta interconnessione che da sempre lega la città di Livorno a questo istituto.

Accademia Navale, il giuramento

Accademia Navale, il giuramento

La storia dell'Accademia di Livorno

(info dal sito internet della Marina) - "L'Accademia Navale di Livorno forma dal 1881 i futuri dirigenti della Marina Militare. Attraverso un programma didattico-formativo, all'insegna delle tradizioni marinare, i giovani frequentatori acquisiscono le competenze e la professionalità per affrontare i futuri incarichi al servizio della Nazione, interiorizzando al contempo, l'importanza del lavoro di squadra, lo spirito di equipaggio e il senso di responsabilità individuale e collettiva.

I percorsi di selezione e di formazione sono impegnativi ed estremamente selettivi. Sono necessarie qualità come motivazione, dedizione, spirito di sacrificio, capacità di applicazione, resistenza fisica e mentale. All'istituto di formazione è assegnato quindi il compito di selezionare, istruire ed educare i giovani allievi affinché assimilino i più alti valori morali e principi etici della Marina Militare per diventare dei leader capaci di guidare i propri uomini con l'esempio e la professionalità, secondo le più alte tradizioni della Forza Armata".

 

Condividi questo articolo

Pubblicità