Strutture abusive, sigilli a Circolo Nautico

LIVORNO – Strutture abusive, aree illecitamente occupate, evasioni tributarie, la Guardia di Finanza di Livorno interviene su un Circolo Nautico troppo “espansivo”.

Durante una delle tante attività svolte a tutela del demanio e delle entrate dello Stato e degli Enti locali, i Finanzieri della Stazione Navale hanno controllato un circolo nautico livornese e fatto la scoperta.

Occupazione abusiva di un’area demaniale di 1.500 mq, 10 strutture costruite su quella supericie ed una evasione fiscale cospicua.

L’evasione è da collegare alle Tasse sui rifiuti ed ammonta a 50.000 euro.

Le Strutture sono risultate edificate senza acluna autorizzazione come indichiamo anche nei nostri notiziari delle 14:30 quelli a seguire come anche in diretta su Live TV.

L’attività investigativa, condotta con la collaborazione dei competenti Enti locali, ha permesso di accertare l’illecito.

Il Ciroclo aveva occupato abusivamente, in aggiunta alle aree concesse regolarmente, un’ulteriore superficie come sopra indicato.

Successivamente la costruzione delle dieci strutture abusive.

Il circolo, attivo sul territorio dal 1996, è risultato avere evaso i  tributi per oltre 50.000 Euro.

Evasione correlata alle mendaci dichiarazioni presentate nel tempo.

Al termine delle operazioni, l’area abusivamente occupata è stata posta sotto sequestro.

Il Presidente del circolo è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per il reato di Invasione di Terreni dello Stato.

Comunicazione di quanto accertato è stata data anche all’Agenzia del Demanio.

Alla Agenzia il compito di recuperare i canoni di concesisone non corrisposti relativi alle aree illecitamente occupate, quantificati in circa 10.000 Euro.

Proseguono i controlli dei Finanzieri del Comparto Aeronavale della Guardia di Finanza della Toscana, effettuati sull’intero territorio costiero regionale, svolti nell’ambito di una più ampia azione di vigilanza, prevenzione e tutela del bene pubblico demaniale.

Come già emerso in altre cronache, si allunga l’elenco delle situazioni anomale scoperte lungo la fascia che da San Rossore porta a Piombino.

I Controlli proseguiranno anche per tutto il corso del nuovo anno.

Condividi questo articolo

Pubblicità