Pisa e Livorno, arresti e denunce della Polizia

A poche ore dalla notte più lunga dell’anno, si intensificano in tutte le città i servizi di controllo e pattugliamento da parte delle forze dell'ordine. Il dispositivo di sicurezza potrà garantire che ogni iniziativa (ma anche tutti gli spostamenti) si svolgano senza problemi o incidenti.

Rapinava una ragazzina

Si segnalano già numerosi episodi. A Pisa, vicino alla stazione, un ventenne egiziano è stato arrestato mentre tentava di rapinare del telefono una turista minorenne. le urla della ragazza hanno fatto sì che intervenisse immediatamente una pattuglia della Polizia Ferroviaria, che ha intercettato e bloccato l’aggressore.

Sventata rissa a Pisa

Sempre a Pisa, la notte tra il 30 e il 31 dicembre, le volanti della Polizia hanno sedato una violenta rissa tra un gruppo di cittadini stranieri. E’ accaduto in piazza Garibaldi, dunque in pieno centro; gli agenti sono intervenuti immediatamente allertati da un passante e hanno bloccato uno dei responsabili dell’episodio. Nella fuga, in via San Francesco, ha scagliato contro gli inseguitori una biccletta parcheggiata a lato. E’ stato denunciato per questo e per possesso di stupefacenti, ed è stata disposta la sua espulsione.

Livorno, ovetti con la droga

Anche a Livorno, sabato 29 dicembre, la polizia ha scoperto gli autori di alcuni reati. Intanto, in piazza Magenta, due pluripregiudicati (un tedesco e un palestinese, uno dei quali già coinvolto nell’agosto del 2017 per la clamorosa rissa in P.za Cavour, che sono stati denunciati per la ricettazione di due motocicli utilizzati per lo spaccio di droga. Nel vano sottosterzo custodivano quattro contenitori, ripieni di 88 dosi di droga (cocaina ed eroina), per sorprese di Ovino Kinder.

E’ stato anche arrestato un trentenne della Repubblica ceca, per lesioni e violenza e resistenza a P.U. ed è stato denunciato per la commissione di tre furti in esercizi commerciali (due al Penny Market di V.le Petrarca e uno in zona Parco Levante all’Athletics Foot) avvenuti nella medesima giornata.

In centro con un'asta di ferro

Un cittadino tunisino, B.G. Ramzi dell’80, sposato con una italiana e padre di im figlio minorenne di cittadinanza italiana, è stato denunciato per porto abusivo di arma. Aveva con sé un’asta di ferro lunga un metro e 40 e la agitava nella zona di piazza XX Settembre, dove adesso ci sono delle attrazioni per bambini.

Il Questore di Livorno  Lorenzo Suraci si è complimentato con il personale della Volanti della Questura per l’ottimo lavoro svolto in questi giorni di festa a tutela dei cittadini livornesi ai quali assicura il massimo impegno da parte della Polizia di Stato.

Condividi questo articolo

Pubblicità