Saldi attesi ma senza “sbalzi”

Come saranno i Saldi Invernali 2019, già attesi.

Senza infamia e senza lode, afferma la Confcommercio di Pisa per mezzo della stessa Presidente Federica Grassini.

L’Ente ha già svolto una propria indagine su due province, Livorno e Pisa.

Ha constatato che  3 commercianti su 4 non si aspettano niente di più di quanto già avvenuto l’anno precedente.

C’è un 15% di ottimisti mentre i restanti spiccioli vanno sul negativo, anche meno del 2018. Un anno che ha inciso anche dal punto di vista climatico.

Chi produce cappotti, giubbotti, indumenti e vestiario da mezza stagione o invernale ha dovuto in pratica aspettare dicembre.

Il Black Friday è una moda mania che ha fatto alzare gli affari ma diminuito i guadagni, nel senso che ha aumentato il fatturato ma con ricavi molto contenuti.

Questo ha messo in gioco una parte della clientela natalizia e in questo caso c’e’ da pensare se il black Friday sia un bene o un male.

Nei paesi anglosassoni ci sono altre tradizioni ed economie più solide.

Spesa procapite stimata per ciascuno in caccia per il buon acquisto scontato, 165 euro.

A fronte di una percentuale di sconto media sui prodotti stimata a partire dal 30 per cento e a salire.

I prodotti più gettonati saranno capispalla, maglie griffate, sneakers e la solita techno mobaile.

Tornando ai giudizi espressi dai commercianti, quel 75% che costituisce la maggioranza assoluta, si muove su un binario, quello dei fedelissimi e della tradizione di coniugare insieme i periodi delle feste col fare due passi in centro e dare un occhiata.

Incide l’eccessivo proliferare delle  promozioni e il mercato via web che erode in continuazione.

Ne parliamo nei nostri servizi tg come anche in diretta su Live Tv

Unica strategia da attuare è la specializzazione, cioè possedere qualcosa di particolare, contato e che non possa essere  scontato e nemmeno prodotto in massa.

In pratica il periodo dei saldi sta piano piano limandosi e forse tra non molto non rappresenterà un attesa su cui contare.

Condividi questo articolo

Pubblicità