La 46.ma brigata aerea in visita al Bambin Gesù

PISA - La 46.ma brigata aerea in visita al Bambin Gesù.

Una delegazione della 46.ma brigata aerea di Pisa ha fatto visita ai piccoli degenti dell’ospedale Bambin Gesù di Roma. “Un’esperienza emozionante! – l’ha definita così il Comandante Gerolamo Iadicicco – Un’esperienza emozionante anche per noi – ha voluto chiarire il Comandante, che ha aggiunto – siamo venuti in contatto con quei bambini che spesso trasportiamo in questa struttura come in strutture simili in momenti di urgenza e di cui poi non sappiamo più alcunché. Siamo venuti anche in contatto con una realtà d’eccellenza nel campo sanitario, con professionalità altamente qualificate che spesso operano in situazioni difficili, proprio come noi. Sì, perché ci hanno raccontato – ha spiegato Iadicicco - che sono impegnati in territori diversi, extraeuropei, in Asia, in Africa, per formare il personale ed evitare così i viaggi della speranza.”

I piloti della 46.ma brigata aerea di Pisa sono sempre a disposizione. Sono molti i soccorsi che vengono effettuati ogni anno. Voli sanitari realizzati con la sicurezza massima, in qualsiasi condizione, con l’unico scopo di salvare la vita ad un piccolo paziente.

Come si attivano? Quando la struttura sanitaria del territorio di provenienza del piccolo in difficoltà ritiene che il bambino debba essere spostato per cure urgenti e immediate con tutta la strumentazione necessaria a tenerlo in vita allora la Prefettura di quel territorio avvia la procedura di richiesta dei velivoli dell’aeronautica che sono diversi sparsi in tutta Italia. Tra questi in prima linea ci sono quelli della 46.ma Brigata aerea di Pisa, pronti a tutto e sempre disponibili, di giorno come di notte.

Nel 2018 sono state trasportate 110 persone in imminente pericolo di vita, 65 dei quali in età pediatrica. Trentadue di questi bambini sono stati assistiti al Bambino Gesù. La 46ª Brigata Aerea, in particolare, è l’unico reparto dell’Aeronautica dotato di velivoli C130J in grado imbarcare direttamente le ambulanze con i pazienti a bordo. Il C130J è l'unico velivolo in grado di trasportare la persona malata imbarcando tutta l'ambulanza nella quale siano magari installate particolari apparecchiature mediche.

Esistono poi dei voli che si svolgono in modalità Ecmo. Sono quelli realizzati in collaborazione con le équipe mediche specializzate del Bambino Gesù. L’Ecmo (Extra Corporeal Membrane Oxygenation) è una complessa tecnica di circolazione extracorporea che in casi molto gravi di insufficienza cardiaca e/o respiratoria, sostituisce temporaneamente le funzioni di cuore e polmoni. Per la gestione di questi pazienti, l’ospedale ha creato (dal 2011) un apposito team composto da anestesisti-rianimatori, cardiochirurghi, perfusionisti e infermieri. Oggi il Bambino Gesù è l’unico centro pediatrico di riferimento per il Centro e Sud Italia abilitato al trasporto Ecmo sia su gomma che aereo. Nel 2018 i voli sanitari d’urgenza dell’Aeronautica con a bordo l’équipe Ecmo dell’ospedale pediatrico sono stati 3.

delegazione 46ma in visita al Bambin Gesù

Delegazione 46ma in visita al Bambin Gesù

La delegazione che si è recata al Bambin Gesù era composta dal comandante, generale di brigata aerea Girolamo Iadicicco, e da un equipaggio del reparto, che ha visitato l’Area rossa (terapia intensiva) insieme con il responsabile Corrado Cecchetti e all’anestesista-rianimatore Matteo Di Nardo. Il gruppo è stato poi ricevuto dalla presidente dell’Ospedale Pediatrico della Santa Sede, Mariella Enoc. Al termine dell’incontro, tutti in ludoteca per giocare con i bambini: un appuntamento di festa per i piccoli pazienti dell’ospedale che hanno accolto i piloti sulle note di «Nel blu, dipinto di blu».

Grande emozione per tutti: piloti, bambini e personale sanitario.

Un grande plauso va a tutti gli uomini della 46.ma brigata aerea di Pisa, a tutti i loro sforzi con i quali svolgono un servizio importantissimo per il nostro paese.

Sulla visita al Bambini Gesù abbiamo realizzato un servizio inserito nel nostro Telegiornale a partire da quello dell'edizione delle 20,30 di oggi e visibile sulla nostra Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità