Class Action per le “lettere”?

LIVORNO - La neonata Associazione "il Giglio" parte in quarta con il promuovere una raccolta firme per una Class Action nei confronti del Comune.

Nell'area antistante il Bar Dolly, in Piazza Grande, l'associazione da da appuntamento a quanti interessati per entrare nel dettaglio.

Se ne parla nel  nostro servizio tg delle 14:30, 20:30 a seguire come anche in diretta su Live Tv.

La portavoce della Associazione "il Giglio", in fase di nascita, Francesca Pritoni, argomenta i dettagli normativi e fiscali per i quali si profila una illegittimità d'applicazione.

A prescindere dalla Class Action che vede l'interesse di molti presenti, residenti della zona del Pentagono del Buontalenti, l'Associaizione va ben oltre.

Mobilità, questo tema ha sicuramente la priorità, Partecipazione, Condivisione sono i tre pilastri su cui si fonda il "Giglio".

La rabbia nasce dal fatto che più volte le esigenze sia dei residenti che dei commercianti e degli artigiani che vivono nel centro cittadino, sono state deluse.

A seguire le argomentazioni una cinquantina di cittadini che sono intervenuti nel merito con propri commenti.

Un percorso partecipativo dal basso, dice Francesca Pritoni, dovrebbe in qualche modo comparire nelle decisioni finali intraprese dalla Amministrazione Comunale.

Una via di incontro che possa mostrare che c'è stato ascolto e valutazione.

Valutazione che poi dovrebbe essere quanto meno argomentata come prodotto finale.

Anche il prodotto finale di quanto deciso, se spiegato nelle scelte di programmazione, rientra quindi nel concetto di democrazia partecipata.

Altrimenti, qui la loro protesta, si è di fronte ad un uso impreciso del concetto di democrazia, che diviene fluida e ad un unico percorso.

Incontrare i diretti interessati, quali che siano, per poi procedere eseguendo quanto già deciso a priori, non è un esempio di democrazia partecipata.

Sul tema della mobilità, gli appelli e le proteste non hanno dato risultati.

Il forte sbilanciamento in tal senso, è il motivo della nascita della Associazione.

Condividi questo articolo

Pubblicità