AAMPS in sciopero, concordato incontro RSU-Sindaco

LIVORNO - Nuova giornata di agitazione e manifestazione sindacale AAMPS per la quale le RSU hanno infine ottenuto un incontro con il sindaco.

Un incontro ufficiale fissato per il prossimo lunedi 21 gennaio.

azione di protesta che ricalca quella del mese scorso e ripetuta ne comunicato della RSU e dalla FP-CGIL  che qui riportiamo:

"I lavoratori AAMPS in sciopero, manifestano ancora una volta le ragioni di questa nuovo incrocio delle braccia.

La rappresentanza sindacale, visto l'ostinato atteggiamento dell'Azienda che continua a non recepire le rivendicazioni di cittadini e lavoratori, non può continuare ad assistere alla inesorabile privatizzazione dei servizi.

Servizi sempre meno pubblici e sepre più privati.

Già sono state esternalizzate la raccolta ingombranti stradale su chiamata, della raccoltadi sfalci e potature, call center, ufficio Tia/Tari e consegna mastelli.

Ora siamo alla privatizzazione del servizio CORE, la raccolta Porta a Porta affidata ad AVR per il pentagono del Buontalenti.

Oltre al procedere di cui sopra, assistiamo allo schiaffo inferto ai lavoratori precari ai quali è stata negata l'applicazione del decreto dignità del Ministro Di Maio.

Decreto che sarebbe entrato in vigore al primo di novembre 2018 ma del quale i lavoratori AAMPS non possono beneficiare.

Questo perchè il rinnovo dei contratti è stato siglato il 31 ottobre per evitare la applicazione della norma.

A sostegno della protesta dei lavoratori, si manifesta il comportamento della Azienda che non garantisce la necessaria sicurezza ai lavoratori e ai cittadini.

Sicurezza basata sul rispetto del Codice della strada."

Per questo motivo la giornata di sciopero, oggi mercoledi 16 gennaio, dalle ore 8:30 alle ore 13:00

Nel merito abbiamo realizzato un servizio in onda nei nostri tg delle 14:30, 20:30 a seguire come anche in diretta su Live Tv.

La direzione AAMPS ha fatto sapere, in altro comunicato che giudica incomprensibile la protesta  scusandosi con la cittadinanza.

In merito al fermo lavori è stata avvisa l'utenza per il conferimento delle consegne.

E' stato suggerito trattenere quanto da consegnare e reimmetterlo su suolo pubblico al prossimo turno di prelevamento come da tabella, zona per zona.

Condividi questo articolo

Pubblicità