Pisa pareggia con Alessandria 1 a 1

ALESSANDRIA - Pisa pareggia con Alessandria 1 a 1. Neroazzurri raggiunti in pieno recupero dal rigore di De Luca.

Alessandria e Pisa si affrontano in terra piemontese con l’obbligo della vittoria : ai neroazzurri i tre punti mancano da metà dicembre mentre i grigi sono ancora alla ricerca del primo successo in questo campionato fra le mura amiche. Ci sono quindi tutti gli ingredienti per assistere ad un match davvero interessante.

Nel Pisa c’è un ritorno al classico 3-5-2 con Izzillo a centrocampo in luogo di Gucher, Birindelli e Lisi sulle corsie laterali e De Vitis al centro della difesa ; in attacco spazio alla coppia formata da Masucci e Pesenti. Nell’Alessandria confermate praticamente in toto quelle che erano le indicazioni della vigilia, con il pisano Bellazzini che va a fare il trequartista e spedisce in panchina Chiarello.

Terreno di gioco che condiziona non poco la qualità dal gioco sin dalle prime battute : il match si trasforma in in una battaglia a centrocampo ed inevitabilmente ne risente lo spettacolo, con le occasioni da rete che si contano sulle dita di una mano. Il calcio di punizione di Bellazzini sembra ben indirizzato ma viene sporcato provvidenzialmente dal muro neroazzurro ; dall’altra parte svetta di testa De Vitis sul corner ben calciato da Di Quinzio ma il suo tentativo è troppo centrale e Cucchietti può bloccare agevolmente la sfera. L’equilibrio viene ovviamente spezzato dall’episodio : Panizzi interviene in ritardo su Masucci a pochi metri dalla porta dei grigi e per il direttore di gara è calcio di rigore, che Pesenti trasforma con un destro forte ed angolato.

Protestano i padroni di casa per un intervento assai simile di De Vitis su De Luca, ma il signor Di Cairano lascia correre il gioco fra le veementi proteste del pubblico alessandrino. Fanno comunque fatica gli uomini di mister D’Agostino ad imbastire una reazione degna di nota, anzi è il Pisa ad andare vicinissimo al goal del raddoppio con l’occasione colossale che capita sul piede di Izzillo perfettamente servito dall’assist di Birindelli : ma incredibilmente il numero 8 ospite spara alle stelle un calcio di rigore in movimento.

Si va quindi al riposo con i neroazzurri in vantaggio per 1 a 0, non prima però che Checchin ciabatti in malo modo da posizione assai favorevole un pallone giocato ottimamente da Bellazzini : pallone che finisce ampiamente sul fondo.

La ripresa inizia con De Vitis costretto ad uscire per un problema muscolare : al suo posto entra Buschiazzo. Spingono i padroni di casa alla ricerca della rete del pareggio, collezionando calci d’angolo in serie e costringendo gli avversari a fare gara difensiva, ma nonostante la pressione esercitata Gori non deve compiere parate degne di tale qualifica. Si copre ulteriormente mister Taddei : fuori Izzillo e dentro Masi, messo a fare il mediano davanti alla difesa.

Gara che non passerà certo agli annali per la spettacolarità, ma tant’è : le condizioni infime del terreno di gioco concedono davvero poche licenze poetiche ai ventidue contendenti. Prova ad inserire forze fresche per il finale di gara il Pisa, con Moscardelli e Minesso che vanno a sostituire Masucci e Meroni e con la linea difensiva che passa così a quattro elementi. Provano i grigi ad effettuare il forcing finale, ma mancano le idee e le forze necessarie a rendersi davvero pericolosi negli ultimi sedici metri.

Ma in pieno recupero c’è l’ingenuità difensiva dei neroazzurri, con il fallo di Masi su De Luca che porta al penalty in favore dei padroni di casa : dal dischetto va lo stesso De Luca che riporta il punteggio in parità. C’è ancora il tempo per la protesta di Moscardelli che viene a contatto con Panizzi : ne fa le spese Di Quinzio che viene espulso per le eccessive proteste. Incredibile. Un’altra vittoria sfumata per il Pisa ed ancora una volta tanto rammarico da portare a casa. Peccato. Davvero.

Il servizio in onda nel nostro tg delle 20:30 visibile anche in diretta sulla nostra LIVE TV

Condividi questo articolo

Pubblicità