Moscardelli alla ribalta; Pisa-Pistoiese 2-1

PISA: derby toscanissimo che termina con la vittoria dei nerazzurri per 2-1 grazie alla performance di Moscardelli

Nel Pisa manca a sorpresa Gucher che non figura neppure in panchina.

Al suo posto c’è Izzillo e per il resto sono confermate quelle che erano le sensazioni della vigilia.

Stesso discorso in casa Pistoiese, con Luperini che ritrova una maglia da titolare a discapito di Picchi e con Pagnini che va a difendere la porta arancione in luogo di Meli.

Arbitra la gara il signor Annaloro di Collegno.

Si gioca in una serata dal clima particolarmente piacevole ; il terreno di gioco appare essere in ottime condizioni.

Cronaca riportata nei nostri notiziari e seguibile anche in contemporanea nella diretta di Live Tv

Da sottolineare la splendida coreografia con la quale la Curva Nord ricorda Maurizio Alberti a venti anni dalla sua tragica scomparsa.

Partita sin dalle prime battute assai bloccata, con le due difese che prevalgono sugli attacchi avversari.

Ospiti che difendono a cinque uomini e provano ogni tanto a far male in contropiede con Fanucchi e Fantacci.

Pisa che invece tiene in mano il pallino del gioco ma che non riesce mai a rendersi davvero pericoloso dalle parti di Pagnini.

Dall’altra parte analoga situazione per Gori, che deve soltanto bloccare un sinistro debole e centrale dai venti metri di Fantacci.

Sul finale di primo tempo ci sono un paio di buone occasioni per i neroazzurri : prima è Birindelli che impatta alla perfezione il corner ben calciato da Minesso ma trova casualmente la schiena di Terigi.

Poi è Minesso a provare il sinistro a volo da posizione assai difficile, con il pallone che fa la barba al palo alla sinistra di Pagnini.

Si va al riposo sul parziale di 0 a 0, punteggio logico per quanto visto sul terreno di gioco.

Ad inizio ripresa mister D’Angelo manda in campo Buschiazzo al posto di Marin spostando così De Vitis a centrocampo.

Ingenuo quanto netto fallo di mano di Benedetti costa al Pisa un calcio di rigore a sfavore che Luperini trasforma con una conclusione potente e centrale .

Neroazzurri in svantaggio e dalla panchina si alza capitan Moscardelli, che entra in campo al posto di un deludente Izzillo.

Ed è proprio il barbuto attaccante ex Arezzo a conquistarsi il calcio di rigore quando Terigi lo strattona per impedirgli di andare a raccogliere lo splendido cross di Birindelli.

Dal dischetto va lo stesso Moscardelli che fa secco Pagnini con un sinistro all’incrocio dei pali.

Neroazzurri rinfrancati dal pareggio ottenuto ed all’arrembaggio alla ricerca del goal del sorpasso, ma ospiti che si difendono con ordine.

Sembra spegnersi con il trascorrere dei minuti la spinta dei padroni di casa.

Sugli sviluppi di un corner c’è il colpo di testa a botta sicura di Masucci che manda il pallone sulla faccia inferiore della traversa.

Sfera che poi rimbalza nei pressi della linea di porta, ma per l’assistente dell’arbitro non è goal.

Altro cross disegnato alla perfezione da Birindelli e Moscardelli di testa va a correggere imparabilmente la traiettoria alle spalle di Pagnini, l’Arena può esplodere.

Ma non è ancora finita : altra imbarcata difensiva colossale e Benedetti va ad abbattere Momentè che si era presentato tutto solo davanti a Gori.

Un numero 33 in maglia neroazzurra espulso e Momentè che va dal dischetto ma che incredibilmente con una conclusione sbilenca manda il pallone in curva Sud.

Vittoria importante, sofferta e quanto mai sospirata : ma questa sera andava bene così.

Condividi questo articolo

Pubblicità