Depuratore nuovo già operativo a Solvay

SOLVAY- Nuovo Impianto depuratore dell’acqua già operativo e di completamento per le esigenze attuali e future della popolazione costiera limitrofa.

Inaugurazione con presenza delle dirigenze e delle istituzioni ma senza clamori di nastri, banda e platea cittadina.

Eppure il nuovo depuratore dell’acqua assume una rilevanza sulla quale si giocano le infrastrutture idriche del futuro.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere visti anche sui vostri smartphone in contemporanea con la diretta di Live Tv.

Un percorso che nasce qualche anno prima.

La popolazione di Solvay cresce e l’industria Solvay ha le sue esigenze di utilizzo dell’acqua.

Il rischio idrogeologico dell’alveo del fiume Cecina, i limiti di capienza delle strutture dell’ASA relativamente alla depurazione delle acque.

 

Guardare ad un minor impatto ambientale, ad una resituzione delle sensibilità idriche e una visione collegata al soddisfacimento delle esigenze dei residenti.

Solvay e l’intera area abbracciata dal Comune di Rosignano sta cambiando fisionomia.

La costa è sempre più vocata al turismo e cio’ comporta un maggior bisogno di acqua e nel contempo una maggiore capienza di smaltimento dei reflui.

Ora il nuovo depuratore vede l’area del complesso triplicata.

L’impianto originario è stato ristrutturato e ammodernatom, quindi l’immagine speculare a fianco e poco distante il cosiddetto impianto “Arethusa”.

Lo spiegano i dirigenti e i tecnici di  ASA:

Mirco Brilli, Michele del Corso, Fabricio Pacini, i quali accompagnano il Presidente del Consiglio di Gestione Nicola Ceravolo.

A conoscer ei dettagli tecnici il Sindaco Alessandro Franchi e l’Assessore all’Ambiente Daniele Donati.

Arethusa sarà il depuratore vocato a trattare le acque destinate alla Solvay, una sorta di ciclo continuo come esempio di economia circolare.

Questo servirà a soddisfare la Solvay e a terminare qualsiasi impatto sull’ambiente.

Il raddoppio e il rinnovo dell’impianto del depuratore, avrà una copertura di antropizzazione pari al doppio dei residenti presenti attualmente.

Prossimamente andrà in onda un servizio speciale di approfondimento sul nuovo impianto

Condividi questo articolo

Pubblicità