Torna la Giornata della Solidarietà

PISA - Torna la Giornata della Solidarietà. Sono oltre 5 mila gli studenti, di circa 212 classi complessive, che hanno partecipato alla Giornata della Solidarietà arrivata ormai alla sua 12esima edizione. Ricorrono 13 anni dal drammatico attentato di Nassyria in cui persero la vita il Maggiore Nicola Ciardelli, i tre Carabinieri Franco Lattanzio, Enrico Frassinito e Carlo di Trizio insieme ad un giovane militare rumeno Hanku Bogdan. Da 12 anni si ricorda a Pisa il Maggiore Nicola Ciardelli grazie ad un’iniziativa promossa dall’associazione a lui intitolata, fortemente voluta dalla famiglia e dagli amici più cari di Nicola. Sorta con l’obiettivo di ricordarlo nel realizzare progetti a favore delle popolazioni devastate dalle guerre e incontrate dal giovane Ciardelli nelle diverse missioni cui aveva partecipato, in particolare nel Kosovo.

Federica Ciardelli anima della Giornata della Solidarietà

Federica Ciardelli anima della Giornata della Solidarietà

Torna la Giornata della Solidarietà.

Sabato scorso la messa in memoria di Nicola officiata nella chiesetta della Centro di Addestramento Paracadutisti di Pisa. Nelle scorse ore le diverse iniziative che hanno impegnato oltre 5 mila ragazzi provenienti da varie scuole della città e della provincia. La manifestazione vede ormai la sinergia tra molteplici istituzioni e realtà cittadine. Appoggiata dal Comune di Pisa e dal Consiglio Comunale di Pisa, è condivisa dall’Università di Pisa, dal CNR, dalla Scuola Normale Superiore, dalla Scuola Superiore Sant’Anna, dalla Fondazione pisana per la scienza, dal Sistema Museale d’Ateneo, dalla Stella Maris, dall’AOUP, dall’Opera del Duomo e da altre associazioni cittadine, tra cui l’associazione culturale “Il Mosaico”, la Compagnia di San Ranieri e la Sezione pisana dell’ANARTI. Tutti insieme hanno organizzato numerosi percorsi al loro interno.

Torna la Giornata della Solidarietà

Torna la Giornata della Solidarietà

 

Alle 12 tutti su Ponte di Mezzo e con il naso all’insù per la tradizionale cerimonia di chiusura segnata dall’Aviolancio a cura del Centro di Addestramento di Paracadutismo.

Obiettivo della Giornata della Solidarietà: sensibilizzare i giovani sulla necessità di costruire il futuro su basi di pace e solidarietà. L'associazione propone così percorsi legati ai principi ed ai valori contenuti nella Costituzione Italiana. Si sono svolti ben 74 eventi diversi, che si sono articolati in visite a luoghi significativi della città rispetto al tema prescelto da ciascuna scuola. I temi trattati sono stati: salute, sport, ambiente, tecnologia, scienza e etica, comunicazione e etica, religione, uguaglianza e legalità, solidarietà sociale, cultura e bellezza, studio-lavoro-pari opportunità, cooperazione internazionale. Per i bambini e le bambine delle scuole materne sono previsti laboratori a tema musicale presso il Giardino Scotto.

 

Federica Ciardelli, sorella di Nicola e presidente dell’associazione “Nicola Ciardelli Onlus”: <<Una Giornata che vede ogni anno protagonista l’intera città che si apre ai giovani studenti attraverso l’accoglienza nei luoghi di studio e di ricerca, di cura e di accoglienza, laici e religiosi, sotto il comune denominatore della partecipazione, della condivisione e dell’impegno di ognuno come antidoti all’indifferenza verso gli altri e alla chiusura in se stessi e come spinta verso la realizzazione di una società inclusiva, più consapevole delle diversità presenti nel tessuto sociale e più attenta ai bisogni ed alle esigenze di tutti.>>

Torna la Giornata della Solidarietà. Intervenuto il sindaco di Pisa Michele Conti: <<Il Comune di Pisa ha espresso la propria vicinanza ad una iniziativa che ha saputo aprirsi pienamente alla città, unendo le forze di tanti nel confronto e nel dialogo, per la crescita della comunità. La Giornata della Solidarietà ha acquistato in tutti questi anni un significato ormai consolidato: partendo dal ricordo di Nicola Ciardelli, l’intera comunità pisana partecipa ad un momento unitario di confronto sui temi della solidarietà. L’associazione Nicola Ciardelli Onlus è riuscita a trasformare il dolore per la perdita di un nostro concittadino, in occasione per richiamare i giovani studenti delle scuole pisane ad un momento di riflessione, di crescita e di coesione>>.

Sempre più coinvolte e disponibili le numerose realtà cittadine, aperte all’accoglienza dei tanti e delle tante giovani. Tra i luoghi visitati, oltre al Comune, l'Università di Pisa, la Scuola Normale Superiore, la Scuola Superiore Sant’Anna, il Cnr, la Fondazione pisana per la Scienza, la Fondazione Toscana Gabriele Monasterio, la Stella Maris, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana, il Sistema Museale d’Ateneo e l’Opera del Duomo, che hanno offerto quest’anno un importantissimo contributo, organizzando numerosi e interessanti percorsi al loro interno.

Torna la Giornata della Solidarietà e per consentire lo svolgersi regolare della manifestazione adottati provvedimenti di chiusura al traffico veicolare su molte strade e su alcuni Lungarni.

La manifestazione, inizialmente molto discussa, è riuscita col tempo a mettere tutti d’accordo. Tutti ma non proprio. Sull’argomento interviene in queste ore la Confederazione Cobas con queste parole inserite in una lunga nota giunta in redazione: <<La manifestazione rappresenta una vera e propria mistificazione in quanto propone il tema della Solidarietà in un contesto militaristico, riferito ad un tragico episodio durante l’occupazione militare di un paese, in spregio all’articolo 11 della Costituzione che ripudia la guerra come mezzo di soluzione delle controversie internazionali.>>

Torna la Giornata della Solidarietà e Telegranducato, sposando le intenzioni degli organizzatori e sostenitori della Giornata, ha aderito anche quest’anno volentieri all’iniziativa ospitando al suo interno due classi di studenti provenienti da Pisa. Per il tema “Comunicazione ed Etica” le porte della nostra sede principale nella suggestiva Villa Mameli si sono aperte per accogliere i ragazzi che sono rimasti entusiasti della visita.

Sull'iniziativa Telegranducato ha realizzato un servizio inserito nel nostro Telegiornale e visibile, in diretta,  anche sulla nostra Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità