Cantine aperte: vino e cultura in mostra

TOSCANA- Sabato 25 e domenica 26 maggio torna nelle cantine di MTV Toscana il grande evento del vino: Cantine aperte.

L’esperienza in cantina al centro della rivoluzione enoturistica della Toscana.

Filo conduttore di Cantine Aperte in Toscana sarà la cultura che genera e anima il vino nell’anno di Matera capitale europea della cultura.

Dalle visite sensoriali al “wine walk” in vigna, fino a mostre come quella su “Leonardo e il vino”.

La cultura del vino in Toscana.

Sì perché se il vino è cultura, è anche vero che la cultura si trova nelle cantine che lo producono.

E per questo la cultura sarà il tema di Cantine Aperte in Toscana, il più grande evento nazionale dedicato ai turisti del vino, in programma in cento location  di tutta la regione sabato 25 e domenica 26 maggio.

Dopo il successo riscontrato in crescendo di edizione in edizione, confermata anche la apertura di quest'anno.

Per la ventisettesima edizione, il Movimento Turismo del Vino Toscana ha scelto la cultura, in senso ampio, come filo conduttore delle iniziative proposte dalle cantine aderenti.

«Dopo il successo di “Gustiamo il bello della Toscana”, per il 2019 con Matera capitale europea della Cultura,  si è voluto prendere al balzo l'occasione  per svelare la parte culturale che dà vita ai loro vini – spiega Violante Gardini, Presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana – perché l’appuntamento con Cantine Aperte non è solo un momento per degustare, ma un evento in cui scoprire tesori che sono spesso nascosti nelle aziende che producono vino».

Cultura del Vino intesa in tutte le sue forme, a partire dall’arte della vinificazione, passando per quella degli abbinamenti enogastronomici.

Appuntamento quindi all'ombra dei santuari del prezioso nettare di bacco per un week end tutto da scoprire, gustare e apprezzare.

Molto spesso ne parliamo nei nostri notiziari in relazione ad eventi locali o grandi manifestazioni di portata nazionale.

Condividi questo articolo

Pubblicità