Espo Conference; arriva l’Europa dei porti

LIVORNO- Vigilia della Espo Conference 2019; grande emozione, per il più importante evento di confronto europeo in materia di portualità.

Entusiasmo, emozione e soddisfazione perché l'Espo, giunta alla sua XVI edizione, vede l'Italia finalmente protagonista.

Dopo aver circumnavigato i paesi dell'Unione, anche i più lontani e per certi versi remoti, dal punto di vista delle grandi rotte commerciali, eccola qua.

Ulteriore merito nei sorrisi espressi dalle maestranze il fatto che tra tutte le piazze italiane affacciate sul mare, l'Espo si svolga a Livorno.

L'Autorità di Sistema Portuale della città ha già iniziato i preparativi per ospitare qualcosa come 300 ed oltre delegati provenienti da tutti i paesi dell'Unione.

Ma non ci saranno solo loro, altri paesi saranno presenti per iniziative parallele che si terranno durante i due giorni di convegno.

Alla vigilia della grande assise, il Presidente di Assoporti, Daniele Rossi, fa un salto nella città dei quattro mori per una visita d'ufficio.

Un breafing con le maestranze locali perché tutto sia a posto e nulla manchi.

Una visita al Call Center in Fortezza Vecchia, tra i più alla avanguardia per tecnologia didattica in materia di porto e sue funzioni.

Visita che abbiamo avuto occasione di seguire e che proponiamo nei nostri servizi tg.

Visibili anche su smartphone in contemporanea con la diretta di Live TV.

I temi da sviluppare saranno diversi e suddivisi in cinque aree tematiche.

Quello che più sta a cuore del Presidente di Assoporti è il dialogo con i partners europei in merito alle necessità di dover coniugare insieme tecnologia e umanità.

Dove per tecnologia è chiara la necessità di dover adeguare logistica, infrastrutture e sistemi che vanno incontro a mutamenti e automatismi.

Ma l'aspetto di valorizzazione del fattore umano non deve mai essere messo in disparte come tanto meno in secondo piano.

Granducato sarà presente nel seguire i due giorni di convegno per realizzare uno speciale che poi manderà in onda successivamente.

Condividi questo articolo

Pubblicità