Izzillo fa esplodere l’Arena! Ed è finale!

Nel Pisa torna dal primo minuto Marin che va a riprendersi il proprio posto a centrocampo, con De Vitis che scala in difesa al fianco di Benedetti ; in attacco c’è Marconi. Tutto confermato in casa Arezzo : giocano gli stessi undici della gara del “Comunale” di mercoledì scorso.

Arbitra la gara il signor Ayroldi di Molfetta. Si gioca in una serata splendida e davanti ad una cornice di pubblico da categoria superiore ; il terreno di gioco appare essere in condizioni perfette.

Primo tempo con gli ospiti che tengono in mano il pallino del gioco alla ricerca del goal che riaprirebbe definitivamente il discorso qualificazione, mentre il Pisa tiene botta alle azioni offensive avversarie e prova a far male agendo in contropiede. Nonostante il pallone lo abbiano quasi sempre fra i piedi i giocatori amaranto di seri pericoli per la porta di Gori se ne contano davvero pochi : l’estremo difensore di casa deve impegnarsi solamente per respingere una conclusione da distanza ravvicinata di Brunori che si era ben liberato dalla marcatura di De Vitis.

I neroazzurri si fanno vivi dalle parti di Pelagotti nella seconda metà della prima frazione di gioco : prima è Marconi a colpire di testa da posizione invidiabile sul corner ben calciato da Gucher, ma la mira lascia desiderare ; stesso problema che ha poco dopo la conclusione di Di Quinzio dai venti metri con il pallone che si perde alto sopra la traversa della porta amaranto. Nel mezzo alle due occasioni appena descritto bravissimo Marin a murare la conclusione di Cutolo che a pochi passi da Gori stava finalizzando nella maniera migliore la ripartenza degli ospiti. All’intervallo è 0 a 0 fra Pisa ed Arezzo.

La ripresa inizia con la progressione di Cutolo che prova il destro da posizione favorevole e con la sfera che viene deviata in maniera fortuita da De Vitis che per poco non beffa Gori, bravissimo ad evitare il clamoroso autogoal ; dall’altra parte il destro di Marconi è troppo debole per far male a Pelagotti. Neanche su calcio piazzato dalla sua mattonella il numero 10 ospite riesce a far male a Gori : il suo sinistro è violento ma si infrange sulla barriera neroazzurra.

Mister D’Angelo getta nella mischia Izzillo e Pesenti al posto di Minesso e Marconi, ma è il cronometro che continua a correre il principale alleato del Pisa visto che l’Arezzo avrebbe bisogno di ben due goal per ribaltare le sorti del doppio confronto. Entrano pure Moscardelli e Meroni in luogo di Masucci e Birindelli per i quindici minuti finali, nei quali però gli ospiti sembrano davvero non averne più : il neo entrato Butic non riesce ad impattare correttamente di testa il bel cross dalla destra di Luciani, poi è lo stesso Luciani a liberare il sinistro dai venti metri ma senza inquadrare il bersaglio grosso.

Ma è il Pisa a chiudere la contesa anzitempo : Moscardelli gestisce un gran pallone al limite dell’area di rigore amaranto e lo consegna ad Izzillo che dai sedici metri lascia partire una rasoiata all’angolino basso che fa secco Pelagotti e fa esplodere l’Arena Garibaldi. E’ il goal che certifica l’accesso dei neroazzurri alla finalissima : sarà la Triestina l’ultimo ostacolo fra il Pisa e la serie

Condividi questo articolo

Pubblicità