Arrestati spacciatori nel pisano

PISA - Arrestati spacciatori nel pisano.

Proseguono i controlli antidroga della Guardia di Finanza presso la Stazione Centrale di Pisa

Le attività, condotte con l’ausilio delle unità cinofile, hanno consentito di segnalare alla Prefettura 6 soggetti scoperti in possesso di stupefacenti per uso personale e di sottoporre a sequestro 15 dosi di sostanze di varia natura (hashish, eroina e cocaina).

Le operazioni si inquadrano nell’ambito dell’intensificazione dei servizi disposti dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica a contrasto della criminalità nella zona della Stazione di Pisa Centrale e proseguiranno nei prossimi giorni.

Ancora a PISA, nella serata di ieri (mercoledì 19 giugno) i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia hanno arrestato un tunisino di 30 anni. Lo stesso, notato in atteggiamenti sospetti in via Ulisse Dini e sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 42 dosi dieroina, pari a circa 10 grammi, unitamente a 11 di cocaina, del peso di 4 grammi, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del giudizio con rito direttissimo previsto nella mattinata odierna.

PONTEDERA - Nel pomeriggio di ieri, a Santa Maria a Monte, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pontedera, con l’ausilio del Nucleo Cinofili di Pisa San Rossore, a seguito di uno specifico servizio antidroga, hanno localizzato ed arrestato, all’interno di un casolare agricolo, un 30enne albanese. Lo stesso, a conclusione di un servizio di osservazione e pedinamento, è stato trovato in possesso di:

  • un panetto di mezzo kg di eroina;

  • diversi involucri contenenti complessivamente 114 grammi di cocaina;

  • materiale idoneo al peso e confezionamento della droga, tra cui una pressa, un dispositivo termico per realizzazione di involucri sottovuoto ed una bilancia digitale, con evidenti tracce di cocaina;

  • una somma di 565 euro, ritenuta provento dell’illecita attività.

Oltre al materiale connesso all’attività di spaccio, la brillante operazione consentiva il rinvenimento e sequestro delle seguenti armi e munizioni:

  • una pistola di costruzione artigianale, modificata in una calibro 380, completa di caricatore con 6 cartucce;

  • una pistola semiautomatica marca beretta cal. 7.65, con matricola abrasa;

  • una pistola semiautomatica marca browning’s colt, priva di matricola;

  • un revolver di fabbricazione statunitense cal. 6.35, con tamburo contenente 5 colpi, senza matricola;

  • un revolver di fabbricazione tedesca, con tamburo da otto colpi, senza matricola;

  • due pistole a salve, cariche ed entrambe prive del tappo di sicurezza;

  • munizionamento di vario calibro, per complessivi 310 proiettili;

  • un pugnale della lunghezza di cm 30..

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Pisa, mentre sono in corso gli accertamenti in merito al materiale rinvenuto, ritenuto di grande importanza dal punto di vista investigativo.

Ulteriori aggiornamenti nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità