Vada e San Pietro più sicure. Aperta la cassa di espansione del Tripesce

CECINA - La mattina del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi era cominciata presto, con l’inaugurazione della cassa di espansione del Tripesce, al confine tra i due comuni più importanti della Bassa Val di Cecina (Rosignano Marittimo e Cecina).

inugurata cassa di espansione del Tripesce

il taglio del nastro della nuova opera

L’opera darà già adesso maggiore sicurezza idraulica nelle località di Vada e San Pietro in Palazzi. Grazie all’altra cassa di espansione, che dovrà essere realizzata nel lato destro del fiume Tripesce, ci sarà un margine ancora più ampio. Si potrà far fronte ad eventi calcolati con frequenza duecentennale.
Alla cerimonia c’erano i due sindaci, Samuele Lippi e Daniele Donati. Hanno commentato favorevolmente questo investimento, sperano di scongiurare quello che avvenne nel 1992 nell’abitato di Vada. Possiamo ascoltarli nei nostri telegiornali in diretta di lunedì 22 luglio.Tripesce, la nuova cassa di espansione

Giancarlo Vallesi, presidente del Consorzio di bonifica Toscana Costa, ha spiegato i dettagli dell’intervento, che è costato poco più di 1,5 milioni di euro. Metà sono stati messi dalla Regione Toscana. 400mila euro dal Comune di Rosignano e 250mila dalla Provincia di Livorno. La progettazione è stata interamente realizzata dal personale tecnico del Consorzio.

Condividi questo articolo

Pubblicità