Livorno, arrestato 33enne ricercato da giugno

LIVORNO - Nella mattina di venerdì 26 luglio, a Livorno, arrestato 33enne. I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia labronica, infatti, hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un cittadino nordafricano, ritenuto responsabile dei reati di minaccia, furto aggravato e rapina.

Il 33enne marocchino dovrà scontare un residuo di pensa di quasi due anni.

Il provvedimento di esecuzione per la carcerazione era stato emesso dalla Procura della Repubblica di Livorno il 17 giugno, a seguito di una sentenza definitiva di condanna emessa dal Tribunale del capoluogo labronico.

Il pregiudicato si era reso irreperibile da quella data facendo perdere le sue tracce. L'attività informativa dei Carabinieri, connessa ad un costante e continuo controllo del territorio, ha consentito ai militari di concentrare l'attenzione su un appartamento di Viale Carducci a Livorno.

Effettuate le opportune verifiche ed accertamenti sul luogo in cui l'uomo si nascondeva, è scattato l'intervento degli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile che nella stessa mattina hanno trasportato l'uomo nella Casa Circondariale Le Sughere di Livorno.

 

Arrestato 25enne, maltrattava la moglie.

LIVORNO - Altro episodio di cronaca avvenuto nei giorni scorsi; un cittadino tunisino del 1994, K.I. sposato con una ragazza livornese, già agli arresti domiciliari, è stato trovato distante dalla propria abitazione, da un equipaggio di Volante durante il normale servizio di controllo del territorio.

Arrestato nuovamente per il reato di evasione ed accompagnato per gli atti di rito presso gli Uffici di Polizia, gli agenti hanno appreso dalla moglie nata nel 1990, che poco prima l'uomo, come ultimamente spesso accadeva, l'aveva minacciata con un coltello da sub dopo averla percossa con schiaffi e pugni.

La donna è stata immediatamente trasportata al pronto soccorso e dopo essere stata dimessa, in lacrime, ha raccontato al personale di Polizia dei continui maltrattamenti subiti.

Nel corso del suo racconto sono emersi elementi di grave entità tanto che l'uomo è stato accompagnato presso la Casa Circondariale Le Sughere a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Il servizio nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità