Napoleone Imperatore dei “media”

CORSICA - Ad Ajaccio suonano le campane per commemorare la nascita di Napoleone Bonaparte, il 250° anniversario dal 15 agosto 1769.

La famiglia era di origine Toscana, in Corsica da alcune generazioni, Corsi di fede, francesi per opportunità.

E' al secondo posto per quantità di libri a lui dedicati di tutta la storia del genere umano, prima di lui solo Gesù di Nazareth.

Ora, in occasione di questo anniversario, Napoleone viene analizzato per un altro dei suoi molteplici asptetti di carattere che lo hanno reso l'uomo più studiato al mondo.

Guardando ai suoi scritti, alle lettere e ai comunicati da lui emanati, dal riscontro con i diari dei suoi generali, funzionari, anche delle persone semplici che lo incontrarono e lo conobbero ecco il contributo di Robert Race:

"Napoleone il Comunicatore", edito da scriptamanent.

Come capacità era in grado di dettare contemporaneamente 12 lettere ad altrettanti scrivani di contenuto diverso senza mai perdere il "filo del discorso".

Ma soprattutto fu il primo personaggio politico della storia, da ufficiale a generale, da console a imperatore, che volle sempre avere un rapporto diretto con i media del tempo.

Non mancava di inviare ai media di allora, la stampa, qualsiasi cosa purchè lui ci fosse sempre.

Oggi sarebbe un personaggio che invaderebbe i social e ogni altro sistema di comunicazione.

Comunicazione semplice, efficace, capace di convincere i grandi del tempo ma soprattutto accattivarsi la simpatia della gente semplice.

Fu il primo in assoluto a capire quanto fosse importante la propaganda e qaunta forza convincente essa esercitasse.

I suoi metodi, le sue scelte, tra capacità convincente di un grande oratore o un demagogo o un padre del populismo, non importa.

Fu il primo politico che per quanto fosse stato capace di salire in alto, ebbe l'intelligenza di non chiudersi mai dentro le pareti del Palazzo del potere e l'astuzia di accettare il destino del suo esilio a Sant'Elena per creare un mito e vincere anche la morte.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità