Stop alla plastica, da oggi via alla normativa

LIVORNO - Il Comune di Livorno inizia con venerdì 26 luglio il suo percorso verso il 'plastic-free', stop alla plastica. Recependo la Legge Regionale n. 37 del 26 giugno 2019 (misure per la riduzione dell'incidenza della plastica sull'ambiente), il Sindaco Luca Salvetti firma la prima ordinanza che vieta la commercializzazione e l'utilizzo di contenitori e stoviglie monouso non biodegradabili sulle spiagge, nei parchi, nelle aree protette e in tutte quelle manifestazioni, commerciali, turistiche o culturali, patrocinate o sostenute dal Comune di Livorno.

Il divieto entrerà effettivamente in vigore da oggi, 15 agosto (anche se i commercianti potranno utilizzare entro il 31 dicembre 2019 le scorte di magazzino). Da quel giorno, esercenti e cittadini non potranno più utilizzare piatti, bicchieri, posate e cannucce in plastica usa e getta, né per le cene al mare, né per i picnic nei parchi, né nell'ambito di sagre, feste di piazza o fiere.

In questo percorso si inserisce tra l'altro un'esperienza molto interessante, quella dell'isola di Gorgona, che, anche grazie alla immediata e convinta adesione del direttore Mazzerbo, ospiterà la prima casa di reclusione 'plastic free' in Italia.

Già contattate le associazioni ambientaliste per sensibilizzare i cittadini attraverso campagne mirate.

Come avviene per tutte le ordinanze, anche in questo caso i trasgressori dovranno pagare una penale che va dai 25 ai 500 euro per i consumatori e dai 1000 ai 3000 per i gestori, in quest’ultimo caso come previsto dal codice di navigazione. I Vigili Urbani effettueranno controlli.

Il Ccn della Venezia ha volontariamente scelto di usare oggetti biodegradabili durante i cinque giorni della kermesse. Il primo esempio di utilizzo di materiale compostabile.
Chiaramente il plastic free avrà un impatto anche sul mondo del commercio:” L'Amministrazione Comunale sta pensando ad incentivi e sconti sulla Tia per i commercianti – le parole di Rocco Garufo assessore al commercio e turismo - Siamo ad un punto di partenza importante che ci consentirà di costruire politiche virtuose ambientali e commerciali”.

Lecita la domanda, estathè, patatine, gelati confezionati in plastica non possono più essere venduti/comprati? Sono consentiti in quanto non ci sono soluzioni alternative al momento ma pian piano la mentalità 'plastic free' diventerà dovere anche per le grandi aziende che dovranno sostituire la plastica con materiale compostabile.

E l’acqua? Consentite le bottiglie di plastica ma è preferibile una borraccia per contribuire a migliorare l’ambiente in cui viviamo.

E' una svolta, anche culturale, che vede questa Amministrazione Comunale in prima linea -  afferma l'assessora all'ambiente Giovanna Cepparello - Come ci ricorda la Legge Regionale, l'80% dei rifiuti marini rinvenuti sulle spiagge sono in plastica, e tra i dieci oggetti maggiormente presenti nei mari ci sono posate e cannucce, bicchieri, mozziconi di sigaretta e contenitori per il cibo. Il fenomeno ha impatti pesantissimi sull'ecosistema, minacciando la biodiversità e l'habitat marino, senza contare che le plastiche abbandonate entrano nel ciclo alimentare dei pesci e, quindi, dell'uomo. Riteniamo che questa ordinanza possa contribuire ad orientare e a sensibilizzare la comunità verso scelte e comportamenti consapevoli, diminuendo l'uso di materiali derivanti dal petrolio, a favore di materie prime rinnovabili”.

Livorno ha un patrimonio naturalistico preziosissimo, che dobbiamo imparare, tutti insieme, a proteggere”, conclude l’assessora.

Il sindaco Salvetti ha confermato le parole dell'assessora Cepparello: “Questa ordinanza deve essere vista dai cittadini come un'opportunità per contribuire a migliorare l'ambiente in cui viviamo. Inoltre le tematiche ambientali sono punti qualificanti del programma elettorale”.

Autobus gratuiti. Sarà un “Agosto ecologico” a Livorno all'insegna di Plastic Free, ma anche di corse urbane gratuite dei mezzi pubblici, la sera del fine settimana e tutta la giornata della domenica e festività.

Il messaggio dell'Amministrazione Comunale è chiaro: “Con questo provvedimento - ribadisce l'assessora Cepparello - oltre a far risparmiare i cittadini livornesi, si invita a non usare i propri mezzi per spostarsi in città o andare al mare, limitando così inquinamento, incidenti, problemi di parcheggio ed arrabbiature da file e ingorghi”.

Il venerdì ed il sabato saranno gratuite le corse dalle 21 a fine turno. Le quattro domeniche di agosto e giovedì 15, ferragosto, le corse saranno gratuite per l'intero arco della giornata da inizio servizio fino a fine turno.

Il servizio con le parole dell'assessore Giovanna Cepparello e l'assessore Rocco Garufo in onda nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità