Calambrone: chiuso ristorante per ‘gravi carenze igieniche’

CALAMBRONE (PI) - Un'operazione coordinata tra Guardia Costiera di Livorno e Azienda Usl di Pisa ha portato alla chiusura di un ristorante del lungomare.

Duecento chilidi merce "non idonea al consumo umano" sono stati subito sequestrati e la multa per il titolare è stata di 4.000 euro.Calambrone cucina del ristorante

Carenze di igiene e di documentazione

Nel comunicato si legge che sono state rilevate "condizioni igieniche precarie, incompatibili con la preparazione e la somministrazione al pubblico di alimenti". Inoltre molte carenze igieniche sono state verificate in cucina. C'erano materiali sporchi. E poi i prodotti congelati non erano ben conservati. Anche il pesce non aveva la necessaria tracciabilità.

Per questi motivi il ristorante del Calambrone è stato chiuso dalle autorità, fino al ripristino delle condizioni minime previste dalle norme sull’igiene pubblica.

L'intervento della Guardia costiera di Livorno era leagato alla tutela della risorsa ittica, la Usl doveva controllare l'igiene. E sono stati proprio gli ispettori della Guardia costiera che, dopo aver visto che mancavano i certificati del pesce, hanno allertato i funzionari dell'azienda sanitaria.sequestro 200 kg di pesce a Calambrone, chiuso ristorante

Nel comunicato si legge ancora che "nel corso degli accertamenti sono state riscontrate diverse tipologie di illecito di natura amministrativa. Tra le più gravi, la violazione dei requisiti generali igienico-sanitari e la mancata esibizione della documentazione di rintracciabilità.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità