Chiccaia: “Serve collaborazione di tutti”

LIVORNO - incontro diretto tra la comunità del blocco della Chiccaia, nel quartier edi Shangay e la Giunta Comunale insieme a Casalp per argomentare l'avvio del Progetto Chiccaia.

Un tassello delicato e sensibile nel panorama generale della emrgenza abitativa che vive la città.

Il Sindaco Luca Salvetti e l'Assessore Andrea Raspanti, insieme al Direttore di Casalp Marcello Canovaro, hanno dialogato apertamente con i presenti facendo un resoconto dettagliato del procedere delle cose.

Il Progetto Chiccaia rientra nei benefici di un piano di finanziamenti nazionali che rientrano nel cosiddetto pacchetto di "rivalutazione delle periferie".

Denaro prezioso che servirà all'abbattimento del Blocco Chiccaia, in avanzato stato di deterioramento come riportiamo nei nostri servizi.

Sorgerà un nuovo complesso di 54 appartamenti e questi saranno distribuiti secondo i criteri di legge.

Ma c'è il nodo delle famiglie che ci vivono attualmente.

Un conto quelle regolari a pieno titolo, un contro quelle che non lo sono perchè hanno occupato quelle case a suo tempo in modo illegale.

In totale sono 37 famiglie.

Per dare il via all'ottemperamento della progettualità che beneficia del finanziamento, dovranno iniziare i lavori a gennaio.

Uno sgombero del quale parlare, come riportato nei nostri servizi, con i diretti interessati.

Ovviamente nessuna divisione tra buoni e cattivi ma la ricerca di una soluzione proprio per quelle 37 famiglie che non avendo titoli non avrebbero un loro posizionamento.

La legge vieta il diritto a mettersi in lista per cinque anni a chi occupa una casa ERP in modo illegale.

C'e' però l'impegno massimo di ogni istituzione a trovare un veicolo di assegnazione provvisoria che possa stemperare questo intervallo di tempo.

Non sarebbe possibile nuocere a liste già in attesa di essere soddisfatte.

Ma perchè si possa andare incontro ad una soluzione tangibile e grande della emergenza abitativa, occorre la collaborazione di tutti.

La consapevolezza che questa è la strada per il bene di tutte le famiglie con bisogno e, nel tempo debito anche di quelle che al momento vedrebbero un percorso faticoso.

Un percorso che però può portare ad un traguardo ddignitoso e di diritto per tutti altrimenti si corr eil rischio di mandare in fumo una occasione irripetibile.

Condividi questo articolo

Pubblicità