Terzo decesso dell’estate in Versilia per bagno

VIAREGGIO - Terzo decesso in Versilia dall'inizio dell'estate in seguito ad un bagno in piscina.

Non ce l'ha fatta il 19enne milanese di origini cinesi Matteo Yang Tao, ricoverato da giorni all'ospedale Versilia dopo che aveva accusato un malore mentre faceva il bagno nella piscina di un bagno a Viareggio (Lucca) il giorno di Ferragosto.

Dopo essere stato soccorso il 19enne, che era in compagnia di alcuni amici giunti con lui da Milano, era stato trasportato con l'elicottero Pegaso all'ospedale Opa di Massa (Massa Carrara) dove per un giorno è rimasto attaccato alle macchine cuore-polmone per poi essere trasferito nel reparto di rianimazione del Versilia, nel quale è deceduto a distanza di una settimana dal malore. Probabile che la causa possa essere stata una congestione (prima di buttarsi in acqua il 19enne sarebbe stato visto mangiare delle fette di cocomero gelate); adesso c'è da attendere l'autopsia.

 

I precedenti. Il primo caso di decesso a causa del bagno in piscina è stato quello di Sofia, 12enne originaria di Parma, che mentre era in acqua (nello stabilimento balneare Texas a Marina di Pietrasanta) rimase impigliata con i capelli nel bocchettone di scarico della piscina e morì all'Opa di Massa il 18 luglio scorso. L'altro decesso è quello del piccolo Tommaso di due anni e mezzo che si era sentito male nella piscina del giardino dell'abitazione a Torre del Lago il 3 agosto scorso.

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili anche sulla Web TV.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità