Pisa non dimentica bombardamenti del ’43

PISA - Pisa non dimentica la ricorrenza di quel tragico 31 agosto 1943 quando venne colpita da un bombardamento aereo da parte degli Stati Uniti che distrusse gran parte della città, provocando 952 vittime e migliaia di feriti.

La giornata di commemoazioni, questo sabato 31 agosto, è iniziata a Marina di Pisa (chiesa di Maria Ausiliatrice, piazza Maria Santissima Ausiliatrice con la deposizione di una corona d’alloro sulla lapide che ricorda i caduti sul lavoro, vittime del bombardamento sulla fabbrica di idrovolanti.

commemorazioni pisa non dimentica

Poi, presso il Sostegno del Canale dei Navicelli (via di Porta a Mare) la deposizione di una corona di alloro sulla lapide in memoria delle vittime del bombardamento del quartiere di Porta a Mare. Nelle commemorazioni gli interventi del Sindaco di Pisa, Michele Conti, e del presidente del Comitato provinciale Anpi di Pisa, Bruno Possenti. Una corona di alloro a conclusione dell'evento deposta all’asilo Beltram, di fronte alla chiesa di San Giovanni al Gatano ed a seguire la Messa.

A conclusione della giornata, la rappresentazione della commedia in vernacolo “Macèrie” (teatrino della parrocchia di Santo Stefano a Porta a Lucca, ore 21.00, ingresso libero) a cura delle compagnie “il Crocchio Goliardi Spensierati” e “Il Gabbiano”, dal capolavoro in vernacolo di Domenico Sartori.

Un servizio nei nostri Tg di questo sabato 31 agosto visibili in diretta anche sulla nostra LIVE TV

Condividi questo articolo

Pubblicità