Risorse Idriche: 9 mln. per Val di Cecina

MONTESCUDAIO - 9 milioni da dedicare al potenziamento delle risorse idriche del comprensorio di Alta e Bassa val di Cecina. Nella Sala del Poggiarello l'annuncio ufficiale.

Ad intervenire all incontro i vertici di ASA SpA, A.I.T, Azienda Solvay e i Comuni direttamente interessati.

Nei nostri notiziari il resoconto ma nello specifico non mancherà un servizio pi approfondito nel merito che andrà in onda nei prossimi giorni.

Un investimento che permetterà di oltrepassare i limiti di Bassa e Alta val di Cecina creando una linea di acquedotto unica.

Le relazioni che si sono succedute hanno raccontato degli anni trascorsi ad argomentare, studiare, pianificare e risolvere i problemi che man mano sorgevano.

Problemi collegat anche alla natura stessa del territorio.

L'Alta Val di Cecina, caratterizzata da un humus impermeabile e privo di risorse idriche di rilievo.

La Bassa Val di Cecina invece, oltre alla scarsità delle fonti, risente anche di periodi siccitosi che le variazioni climatiche in continuo aumento rendono più frequenti.

Per rispondere a questa criticità ecco un campo pozzi, un nuovo gruppo pompaggio ed un serbatoio  in zona Steccaia a Montescudaio.

Un primo beneficio ma non bastevole ed ora, grazie anche al sostegno della Azienda Solvay che dell'acqua ha una esigenza primaria e ha valutato la necessità di lavorare anche a tutela dell'ambiente e della sua costante presenza, arriva con propri contributi.

 

 

4 milioni di euro saranno impiegati per consolidare le risorse idriche del territorio con una nuova condotta di collegamento tra Montescudaio e Riparbella.

Altre risorse saranno garantite con un nuovo serbatoio a Cecina e collegato ad esso una condotta di aggancio con Montescudaio.

Una nuova dorsale a Marina di Cecina ed un nuovo serbatoio a Volterra darà continuità di approvigionamento idrico, rendendo le risorse acquee meno contingentate.

Volterra e Pomarance vedranno anche collegamenti comuni ai propri pozzi.

Il progetto verrà realizzato entro quattro anni dal suo imminente avvio e i 9 milioni investiti andranno a sommarsi ai 12 precedentemente erogati per efficentare i servizi di fognatura e depurazione.

Condividi questo articolo

Pubblicità