Odore di gas, tavolo in prefettura

LIVORNO - Si è riunito in Prefettura un tavolo su questione relativa al forte odore di gas avvertito nei giorni scorsi sia sul territorio di Livorno che in quello di Pisa, soprattutto lungo il litorale, ma anche in zone centrali. Numerosissime sono giunte le segnalazioni anche alla nostra emittente. Subito si sono attivati i vigili del fuoco dotati di strumenti appositi per registrare eventuali criticità, e si è attivata anche ARPAT per i rilievi.

Al tavolo in prefettura erano presenti i vari enti e realtà preposte al controllo del territorio, dal punto di vista della salute e dell'ambiente. La riunione si è conclusa nel tardo pomeriggio di giovedì, subito nel nostro Tg delle 20:30, visibile in diretta anche sulla nostra LIVE TV abbiamo dato notizia con un collegamento telefonico con l'assessore all'ambiente Giovanna Cepparello, che ha spiegato che al momento non è stata identificata la causa e che continuano le verifiche sul territorio.

Intanto dal rigassificatore OLT è giunto il seguente comunicato: "Con riferimento al persistente odore di gas avvertito sia nella città di Livorno che nei dintorni di Pisa, a titolo informativo per la cittadinanza del territorio, OLT intende comunicare che, a prescindere dal fatto che a bordo del Terminale non c’è stata alcuna perdita di gas; comunque, il gas naturale ricevuto dalle navi che scaricano il prodotto nel nostro impianto è totalmente inodore e incolore. Questa informazione è stata già condivisa con tutte le Istituzioni preposte alla tutela della sicurezza e dell’ambiente del territorio.
Per completezza di informazioni, che ci preme condividere con il territorio, i composti odorizzanti vengono aggiunti in una fase successiva al gas naturale, prima della distribuzione nella rete cittadina.
A bordo della FSRU Toscana, come nelle navi gasiere che portano il prodotto al nostro Terminale, non sono presenti le sostanze odorizzanti né impianti per iniettarle."

Condividi questo articolo

Pubblicità