L’aeroporto Galilei e le preoccupazioni

PISA - L’aeroporto Galilei e le preoccupazioni a Pisa. E’ un tema caldo in città. IL calo dei passeggeri registrato nei primi mesi del 2019 ha richiesto, diciamo così, l’intervento pubblico dell’associazione Amici di Pisa, da sempre attenta al tema e sul fronte politico dei partiti del centro sinistra. Gli amici di Pisa hanno di recente organizzato sul tema anche una tavola rotonda per riflettere sul percorso storico dello scalo e soprattutto sul suo futuro. Pd e Dirittir in Comune, invece, hanno chiesto di parlarne nell’assemblea cittadina e non hanno mai  celato le proprie preoccupazioni legate ad un disinvestimento della società Toscana aeroporti dalla città della torre per puntare maggiormente sul capoluogo toscano. Preoccupati della diminuzione di flussi registrata sono anche alcune associazioni di categoria come la Confcommercio. Tali preoccupazioni sono strettamente legate ad alcune dichiarazioni o appelli fatti dal sindaco di Firenze, Nardella, circa la candidatura alle olimpiadi del 2032. Il primo cittadino, infatti, ha lanciato l’idea di una candidatura congiunta (firenze-Bologna) per la futura edizione dei giochi olimpici. LA proposta è stata poi avvallata dal voto quasi unanime del consiglio regionale unito a quello del governatore Rossi. Intontro a quest’idea nuove preoccupazioni da parte di chi pensa che in questo modo la costa possa essere trascurata da enti, istituzioni e imprenditori.

Nella seduta d questo martedì in consiglio comunale l’aeroporto sarà tra gli argomenti da affrontare. In particolare i fari saranno puntati sui rapporti tra comune di pisa e toscana aeroporti con il taglio degli impegni mancati e delle prospettive future. A Presentarlo vari consiglieri di opposizione. 1° firnamtario: Francesco Auletta di Diritti in Comune.

la redazione ha realizzato un servizio inserito nel nostro Tg e visibile sulla nostra Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità