Salvini a Firenze per Regionali: “siamo pronti”

FIRENZE – Non emerge nessun nome preciso quale candidato della Lega alle prossime regionali in Toscana, ma Matteo Salvini replica anche che la Lega è pronta alla sfida.

Il Senatore Matteo Salvini, Segretario Federale Nazionale della Lega arriva a Palazzo Vecchio quasi non visto dai numerosi turisti e fiorentini che gravitano come sempre intorno alla Piazza della Signoria.

Risponde affermativamente all’invito fattogli dai consiglieri comunali fiorentini della Lega e arriva nella piccola sala Macconi del Palazzo, gremita di giornlisti della carta stampata e delle telivisioni.

Una visita durata un' ora in tutto tra presentazioni e interventi di chi lo accompagna e poi l’ultima parte a lui riservata per comunicare il suo stato d’animo nei confronti delle elezioni regionali.

Viene osservato un minuto di silenzio in omaggio ai 3 vigili del fuoco deceduti in servizio ad Alessandria nei giorni scorsi e poi si entra nel merito della conferenza.

Salvini in conferneza stampa

Se i giornalisti pensavano di sentirsi annunciare il nome ufficiale che concorrerà come candidatura espressa dalla Lega come futuro governatore della Toscana, dovranno aspettare fino al 30 novembre.

Per un paio di volte da a tutti appuntamento al Tuscany Hall per quella data, allora si saprà chi sarà stato deciso e verrà presentato ufficialmente.

Viene menzionato in sala Paolo del Debbio ma qui Salvini replica che l’ha proposta è stata fatta e la risposta è stata data per cui si va oltre.

Ovvio che il nome di Susanna Ceccardi venga lanciato al leader per aspettare almeno una risposta di assenso ma su questo piomba una risposta che dura pochi secondi.

“Susanna è brava e sarà utilissima come europarlamentare, punto.”

Punto di domanda quindi e attesa per la risposta sulla quale tutti i componenti politic della Lega sono ancora al lavoro.

Ne parliamo nei nostri notiziari con un servizio nel merito, visibile anche su cellulare in contemporanea con la diretta di Live TV.

A parte la questione elettorale, sono state spese parole anche sulla questione economica più delicata che il paese sta attraversando.

La questione dell’Illva di Taranto e come superare la situazione di stallo tra Governo e Arcelor e nella quale si assiste ad un “tutti contro tutti”.

Salvini si difende ed è pronto a querelare coloro che diffondono la fala notizia che la Lega abbia interessi sulla questione perché ha investito centinaia di migliaia di euro in azioni.

Piuttosto sarà pronta a votare una soluzione che garantisca salvezza per 10 mila posti di lavoro.

Condividi questo articolo

Pubblicità