Arno da paura a Pisa, ma meno minaccioso

PISA - Le ore di questa giornata passano con l'ansia che cresce in attesa del peggio poi arriva l'onda di piena dell'Arno, già smorzata di forza e la paura si trasforma in fiducia.

Protezione Civile, Genio Civile, Vigili del Fuoco, Volontari, Forze Armate, Prefettura e tutte le altre maestranze coinvolte seguono l'andamento dell'Arno di continuo.

Arno in piena mentre piove

Un Breafing ogni 90 minuti e tutti insieme i contatti con i colleghi della Protezione Civile distribuiti lungo tutto il percorso dell'Arno a partire da Firenze.

Il primo livello di guardia viene oltrepassato e l'acqua sale.

Nel briefing delle 7.30 il Sindaco di Pisa decide per la messa in opera dei piani di rinforzo lungo le spallette e le squadre si mettono subito all'opera.

Due ore dopo la decisione di chiusura delle attività scolastiche e poco dopo anche di quelle commerciali.

Arno in piena 2

Volta per volta vengono fatti chiudere anche i ponti, 4 su 8 alla fine.

Il plesso ospedaliero del Santa Chiara viene chiuso per sicurezza, rimane operativo al transito ambulatoriale dei cittadini quello di Cisanello.

Dopo le 15 una velata speranza legata al fatto che l'Arno passa rabbioso dal capoluogo regionale ma non provoca danni.

Un primo segnale a cui ne seguono altri.

Arno in piena 3

Qua e là il reticolo minore del grande fiume fa scattare l'allarme ma si trattato di tracimazioni limitate e che rientrano di pericolosità nel volgere delle ore successive.

Danni a Pontassieve e ad Empoli ma minimali, l'Arno passa e non causa altro.

Gli invasi che vengono aperti a Lavane, La Penna, Roffia e Pontedera lavorano bene e stemperano la spinta del fiume che cambia assetto.

L'onda di piena si lima e le cuspidi di punta indicate per le 20 e le 23 si attutiscono divenendo un blocco intenso unico ma meno invasivo.

Arno in piena 3

Anche la pioggia che arriva a singhiozzo o il vento che in un paio di volte soffia in modo più intenso, suscitano reazioni, ma solo su una fiducia che si fa cauta, la paura oramai è passata.

Nei nostri notiziari abbiamo raccontato e raccontiamo di questa giornata, ricordando che può essere seguita anche su cellulare in contemporanea con la diretta di Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità