Pronto soccorso Meyer, nuovi spazi e organizzazione

FIRENZE - Il pronto soccorso del Meyer rivoluziona il suo modello organizzativo, amplia i suoi spazi e rinnova gli arredi per rendere più piacevole l’attesa dei bambini e delle loro famiglie. Una delibera regionale prevede l’entrata in vigore di nuovi codici utilizzati al momento del triage dei pazienti e alcune sostanziali novità nei percorsi assistenziali. A questo importante cambiamento, l’ospedale pediatrico fiorentino affianca una nuova concezione negli spazi dell’attesa, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza del servizio. E, dopo una sperimentazione di otto mesi, entra a regime l’infermiere di flusso, una figura che si propone come punto di riferimento e di raccordo per operatori sanitari e famiglie.

"Il pronto soccorso è un luogo strategico, uno dei punti più caldi di un ospedale. E se questo è vero per tutti gli ospedali, lo è ancora di più per un ospedale pediatrico, dove le cure mediche devono andare incontro alle esigenze dei bambini e dei loro genitori" E' quanto ha detto stamani l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, inaugurando il nuovo pronto soccorso dell'ospedale pediatrico Meyer, con nuovi codici del triage, nuovi arredi, una nuova organizzazione.
"Il pronto soccorso è il luogo dove tutti arrivano, è un po' lo specchio del sistema sanitario - ha proseguito - Investire sul pronto soccorso vuol dire dare un' immagine migliore, in base alla quale i cittadini valutano l'efficienza di un ospedale. Ci rendiamo conto di quanto sia critica la situazione per quanti lavorano al pronto soccorso: con il nuovo modello organizzativo avranno la possibilità di lavorare meglio. In quest'ultimo periodo stiamo attuando un Piano di azioni destinate a migliorare l'esperienza di pazienti, accompagnatori e operatori in tutti i 38 pronto soccorso della Toscana. E le linee guida nazionali per la riorganizzazione del pronto soccorso si sono ispirate al nostro Piano".
"Quello che si inaugura oggi qui al Meyer - ha spiegato l'assessore - è la concreta realizzazione di quanto abbiamo voluto mettere in atto con il nostro Piano: un nuovo modello organizzativo, con i nuovi codici di triage, dai colori ai numeri; ma anche spazi rinnovati e più ampi, operatori appositamente formati che faranno da tramite tra medici e infermieri e familiari, un'accoglienza che renderà l'attesa più breve e confortevole. Per un ospedale pediatrico, come il Meyer, sempre più amico dei bambini".

Servizi di cronaca ed attualità nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità