Pisa – Entella 0 – 2. Un Pisa generoso e sfortunato

PISA - Pisa - Entella 0 - 2. Nel Pisa scelte praticamente obbligate a causa delle molte assenze: Siega la spunta su Minesso nel ruolo di trequartista, Marin va a fare la mezzala insieme a Gucher e Masucci stringe i denti e va a comporre il tandem offensivo assieme a capitan Moscardelli. Anche per l’Entella l’undici iniziale ricalca praticamente in toto quelle che erano le indicazioni della vigilia, con Poli recuperato al centro della difesa e con Crialese che va a fare il terzino sinistro in luogo di Sala.

Arbitra il match il signor Massimi di Termoli. Si gioca in un pomeriggio grigio ma non particolarmente freddo; il terreno di gioco appare essere in perfette condizioni.

Gara piacevole sin dalle prime battute di gioco, con le due squadre che giocano a viso aperto senza particolari tatticismi; la prima buona occasione da goal è di marca neroazzurra con Siega che scappa sull’out di destra e mette in mezzo un bel pallone che Masucci gira prontamente di testa ma senza trovare la porta difesa da Contini. Dall’altra parte gli ospiti provano a girare la sfera in velocità ma senza mai trovare la verticalizzazione vincente, ci prova dalla distanza Paolucci ma senza particolare fortuna.

Molto più pericolosa la Virtus quando può ripartire in azione di contropiede con lo sgusciante Giuseppe De Luca, che serve ad Eramo un pallone davvero interessante che il capitano della formazione ligure sparacchia malamente in curva Nord dai sedici metri. Ma il pericolo scampato non mette in guardia a sufficienza i padroni di casa: lancio filtrante dalle retrovie, linea difensiva neroazzurra immobile e messa male che permette a Giuseppe De Luca di scattare sul filo del fuorigioco e di presentarsi in totale solitudine davanti a Gori che viene superato dal preciso tocco dell’attaccante in maglia biancoceleste.

Oltre che il goal subito per il Pisa il problema sembra essere il gioco ostruzionistico messo in campo dagli avversari, con l’autore del goal che si rende protagonista di tutta una serie di atteggiamenti indisponenti che indispettiscono non poco il pubblico ed i giocatori in maglia neroazzurra. Pisa che oltretutto fa una fatica del diavolo a rendersi pericoloso negli ultimi sedici metri: sembra perfino banale sottolinearlo, ma l’assenza di bomber Marconi pesa e non poco. Finisce il primo tempo con l’Entella in vantaggio di una rete.

La ripresa si apre con la gran giocata di Marin che sfiora il goal con un destro a girare dai sedici metri: pallone che lambisce il palo alla sinistra di Contini. Contini che poi è miracoloso a togliere dalla propria porta il colpo di testa di Masucci sul bel cross di Minesso che aveva appena sostituito Siega. L’Entella si limita a giocare in contropiede, sprecando un paio di ripartenze in superiorità numerica e soprattutto gettando alle ortiche una colossale occasione con Manuel De Luca che si presenta tutto solo davanti a Gori e lo grazia con un tremebondo tocco che il portiere di casa riesce a bloccare in due tempi.

Ancora Contini è miracoloso a respingere il colpo di testa a botta sicura di Benedetti; sulla respinta il tocco a porta vuota di Moscardelli è quantomai infelice e la sfera si perde incredibilmente sul fondo. Mister D’Angelo getta nella mischia prima Fabbro e poi Giani (fuori Masucci e Marin) anche perchè la Virtus resta in dieci uomini quando De Luca si fa cacciare rimediando il secondo cartellino giallo per aver allontanato il pallone a gioco fermo.

Spinge il Pisa con la forza della disperazione nonostante le gambe pesanti e le idee annebbiate, ma le speranze di pareggio si infrangono sull’incrocio dei pali a Contini battuto, sullo splendido destro a giro di Benedetti che aveva quasi pescato il jolly di giornata. Per i neroazzurri finisce praticamente qua: l’Entella prima getta alle ortiche una doppia occasione con Eramo e Mancosu – mostruoso Gori nella circostanza – e poi la chiude con il neo entrato Toscano al termine dell’ennesima ripartenza.

Peccato. Il Pisa è generoso e sfortunato, e la sconfitta alla fine è immeritata. Ma il cammino resta quello giusto.

Di Massimo Marini

Il servizio con gli highlights di Pisa-Entella e le interviste del post partita in onda nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità